Quantcast
Imperia, l'Union Rugby Riviera seniores batte gli Amatori Genova - Riviera24
Palla ovale

Imperia, l’Union Rugby Riviera seniores batte gli Amatori Genova

Nella prima giornata di serie C nazionale

Union Rugby Riviera

Imperia. L’Union Rugby Riviera seniores ritorna a giocare una partita ufficiale dopo più di un anno e mezzo. Tutti ritornano a giocare dopo più di un anno mezzo. La prima uscita sulla verde autentico del “Pino Valle” tirato a lucido e con un buon pubblico si materializza in una vittoria per un punto. Respinto l’ultimo tentativo di assalto degli avversari di turno della prima giornata di serie C nazionale, gli Amatori Genova.

Una squadra ormai blasonata, quella genovese, che al momento della sospensione dei campionati in tempo di pandemia veleggiava nei quartieri alti della categoria, reduce dalla serie B. Gli ospiti si presentano in effetti con qualche giocatore di notevole livello ben conosciuto ai più, mentre la Union sta di fatto ricostruendo attorno ad alcuni immarcescibili ed esemplari senatori. In prima battuta spiccano i ritorni in campo di Vallarino e Braccini, un Battistotti schierato in seconda linea e una schiera davvero ampia di ragazzi che, a leggere la distinta, vantano il millesimo 2000 come anno nascita. Millesimo declinato in 2001, 2002 e fino al 2004. Dunque, ampie prospettive.

«Si va dunque in campo, pronti via e si capisce subito il piano di gioco dei corsari. L’intenzione è quella di giocare nella metà campo avversaria per non dare alcuna occasione di portare pericoli nei propri 22. Così è, con un sagace calcio di Castaldo che mette in imbarazzo l’ala avversaria sulla fascia destra. Sulla palla si avventa il tentacolare Ardoino, che ha pure corsa e innesca una marea nello spazio avversario. La palla perviene a Vallarino, schierato primo centro e davvero sempre pericoloso palla in mano. Meta indiscussa dietro ai pali, calcio di trasformazione di Braccini e 7 a 0 in un momento. La reazione degli ospiti non c’è o, meglio, se c’è, appare inane. Per contro, la pressione dei corsari è costante e costringe al fallo ben due volte i genovesi. Posizioni centrali e buone trasformazioni di Braccini. Si arriva così al 13-0.

Gli Amatori mostrano di avere un buon pacchetto di mischia e nei raggruppamenti ordinati riesce ad imporsi, mentre non è così nel gioco manovrato e tanto meno nei calci. A metà del primo tempo esce Ferraro, schierato all’ala, per il già esperto Marasco (altro piazzatore, volendo). Fra le folate in attacco della Union si notano, ad esempio, Franzi, Martini, Bellifiori e soprattutto un maiuscolo Maggioli, al suo esordio in categoria (classe 2003). Maggioli è in terza linea, però, memore del suo passato da tallonatore, lancia le touche. Damiano, Battistotti, Novaro e soci, intanto, fanno buona guardia e di fatto gli Amatori non passano quasi nella metà campo dei padroni di casa per tutto il primo tempo. Diverso è il discorso del secondo tempo perché cambia l’atteggiamento dei genovesi, il cui linguaggio del corpo denotava un certo scoramento. Appare importante l’ingresso di Palumbo e il nuovo assetto in raggruppamento ordinato. In quest’ultimo caso i “blaugrana” diventano effettivamente letali.

L’Union tenta di ripetere l’abbrivio del primo tempo, restando nella metà campo avversaria, ma l’unica vera occasione di fare punti è un piazzato da lunga distanza non collocato fra i pali da Braccini. Ci sono cambi, con Aicardi per Bellifiori in prima linea e poi con Abbo per Maggioli. Il gioco si spezzetta, sovente interrotto dal direttore di gara. Ne fa le spese Borzone: il positivo mediano di mischia corsaro se ne va nell’angolo dei puniti per dieci minuti e ne approfittano gli ospiti che spingono con penaltouche e successive maul. Una di queste va a buon fine e c’è la trasformazione di Marchisio. La Union è in sofferenza, entrano altri giovani, come Nunziata per un eroico Castaldo, a lungo in campo nonostante i duri colpi subiti e Chiappori, che si fa notare subito per una buona carica. Nonostante questo, gli Amatori esplorano il fianco sinistro della Union e vanno in meta con Palumbo. Posizione però molto laterale e il pur buon centro Marchisio fallisce la trasformazione. 13 a 12 e possibilità di vittoria per tutti. Gli Amatori arrembano ed è provvidenziale un placcaggio al largo di Archimede, autore di una partita di notevole sostanza, si direbbe da veterano. Di fatto, dopo l’ingresso di Righetti per Damiano, la partita sembra finire lì…Amatori a spingere sul fianco e l’esperto Pozzati, spostato dall’all’apertura, pronto a rintuzzare con spiazzanti calci di poca portata, ma difficilmente interpretabili dagli avversari. Si chiude così sul 13 a 12 per la Union. Fiducia, dunque per Giorgio Pallini, molto attento in panchina» – fa sapere l’Union Rugby Riviera.

Union Rugby Riviera in campo con: Franzi, Martini, Bellifiori; Battistotti, Novaro; Damiano, Maggioli, Ardoino; Borzone, Castaldo, Pozzati, Vallarino, Archimede, Ferraro, Braccini. A disposizione ed entrati: Aicardi, Chiappori, Abbo, Nunziata, Marasco, Righetti.

Serie C Liguria/Qualificazione (I GG)

Savona – Spezia 19/5

Union Riviera – Amatori Genova 13/12

Province dell’Ovest ha riposato.

Classifica generale: Savona ed Union Riviera punti 4, Amatori Genova 1, Spezia e Province dell’Ovest.

commenta