Quantcast
L'incontro

Imperia, il prefetto vicario Maurizio Gatto riceve l’Unione italiana ciechi e ipovedenti

In occasione della Giornata mondiale della vista e della Giornata nazionale del cane guida

Unione italiana ciechi e ipovedenti

Imperia. Questa mattina si è svolto, in occasione dell’odierna Giornata mondiale della vista e della Giornata nazionale del cane guida di sabato, un importante incontro tra l’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Onlus-APS della sezione territoriale e la Prefettura di Imperia.

Unione italiana ciechi e ipovedenti

Come stabilito dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dallo IAPB (Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità), insieme alla World Blind Union (Unione Mondiale dei Ciechi), oggi è la Giornata Mondiale della Vista. Si tratta di un evento che, promosso ogni anno per il secondo giovedì del mese di ottobre, viene dedicato alla prevenzione di quelle malattie oculari che, se non curate o prese in tempo, possono pregiudicare la qualità visiva arrivando addirittura a perderla parzialmente o totalmente.

Unione italiana ciechi e ipovedenti

Sabato 16 ottobre invece si celebra la sedicesima Giornata Nazionale del Cane Guida, ricorrenza istituita dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti per richiamare l’attenzione sull’importanza di questi preziosi amici a quattro zampe che permettono autonomia e indipendenza. Questa giornata ha un duplice valore, ovvero rendere omaggio a questi straordinari animali e sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza che essi hanno per il non vedente.

Unione italiana ciechi e ipovedenti

«Nonostante nell’immaginario collettivo la coppia conduttore-cane guida abbia un suo fascino, nella realtà quotidiana si verificano ancora episodi di discriminazione. Infatti non di rado accade che il cane guida non venga accettato nei luoghi pubblici nonostante vi sia una legge che tutela questo diritto. In questa maniera viene impedito l’accesso anche alla persona con disabilità visiva che si avvale di un cane guida per la sua autonomia». Tale diritto è garantito dalla legge n. 34 del 1974 modificata nel 2006 dalla legge n. 60 attraverso la quale viene sancito che il cane guida, che rappresenta insieme al bastone bianco un ausilio fondamentale per la mobilità e l’autonomia della persona con disabilità visiva, possa entrare in qualunque esercizio aperto al pubblico e salire a bordo di ogni mezzo di trasporto. A tal proposito, è prevista una sanzione pecuniaria per chi non rispetta questa legge.

Unione italiana ciechi e ipovedenti

Per parlare di questi due eventi e per porre le basi per una futura collaborazione, una delegazione dell’Unione ciechi e ipovedenti imperiese, composta dal presidente Fabrizio D’Alessandro, dal vice-presidente Cesare Longordo, dalla consigliera Patrizia Fedrighi col suo cane guida Fanny (delegata alla tematica dei cani guida della provincia) e dalla segretaria Claudia Prandini, è stata ricevuta in udienza dal prefetto vicario Maurizio Gatto in qualità di rappresentante del governo territoriale della nostra provincia, presso il palazzo della Prefettura di Imperia. All’incontro ha preso parte anche la dottoressa Franca Silvestri.

Unione italiana ciechi e ipovedenti

Si è trattato di un incontro molto cordiale e costruttivo dal quale scaturirà una proficua collaborazione tra i due Sodalizi. L’Unione ciechi e ipovedenti ha messo a disposizione la propria competenza nel mondo delle problematiche visive maturata in cento anni di esistenza e Maurizio Gatto ha messo a disposizione alcune opportunità prefettizie, come ad esempio il Tavolo della prevenzione giovanile, proprio per informare le varie realtà dell’importanza di preservare la vista e di far conoscere sempre più il mondo dei non vedenti e gli ausili a disposizione per vivere al meglio la quotidianità.

commenta