Quantcast
Patrimonio indisponibile

Immobile confiscato alla criminalità organizzata sarà del Comune di Bordighera

Il trasferimento del bene è avvenuto con decreto del Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata

Riviera 24 - Comune di Bordighera

Bordighera. Un immobile confiscato alla criminalità organizzata entrerà a far parte dei beni indisponibili del Comune di Bordighera. Per acquisire a titolo gratuito l’appartamento, sito al civico 1 di via Privata Firenze, nel centro della città delle Palme, la pratica passerà in commissione e poi in consiglio comunale per la votazione e la successiva acquisizione al patrimonio dell’Ente.

Il trasferimento del bene è avvenuto con decreto del Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata (ANBSC) e in seguito alle previsioni del Codice Antimafia, che disciplina le procedure per il sequestro e la confisca dei beni alla criminalità organizzata e per l’utilizzo degli stessi per finalità di giustizia, di ordine pubblico, di protezione civile, per altri usi governativi o pubblici connessi allo svolgimento delle attività istituzionali delle amministrazioni dello Stato o per finalità sociali delle amministrazioni locali.

Prima di diventare di pubblica utilità, ci sono voluti anni: l’immobile infatti era stato oggetto di confisca, come misura preventiva nel 2003 su disposizione della sezione penale del Tribunale di Imperia. Confisca confermata poi dalla Corte di Appello di Genova nel 2005 e da sentenza definitiva, lo stesso anno, della Corte di Cassazione. Solo sedici anni dopo, nel maggio del 2021, l’ANBSC ha fatto pervenire al Comune di Bordighera la richiesta di manifestazione di interesse all’acquisizione del bene. Un iter lunghissimo, che giunge ora alla sua conclusione.

commenta