Quantcast
L'inaugurazione

Camporosso, dedicato a Monica Ligustro il nuovo defibrillatore donato da Aceb alla città fotogallery

E' stato collocato sulla pista ciclabile all’altezza del campo sportivo Raul Zaccari

Camporosso. E’ stato inaugurato, in mattinata, il nuovo defibrillatore donato da Aceb alla città di Camporosso. E’ stato dedicato a Monica Ligustro, moglie dell’ex presidente della Croce Verde Intemelia e attuale presidente dell’associazione Aceb Stefano Urso scomparsa lo scorso febbraio a causa del Covid.

Il dispositivo, collocato sulla pista ciclabile di Camporosso all’altezza del campo sportivo Raul Zaccari, è stato posizionato dentro ad una speciale teca termica, provvista di un allarme che suonerà ogni volta che verrà aperta per l’utilizzo, che manterrà la stessa temperatura in ogni periodo dell’anno. Dopo la benedizione di don Tommaso, Andrea Otten dell’A&D Academy di Ventimiglia ha spiegato alle persone presenti come usare il Dae con una breve simulazione.

«Sono molto soddisfatto dell’iniziativa che ha avuto un riscontro partecipativo molto ampio, a testimonianza dell’importanza di questo momento. E’ il primo defibrillatore che installiamo sulla pista ciclabile per salvare la vita delle persone in caso di arresto cardiaco – commenta il sindaco di Camporosso Davide Gibelli – Un’iniziativa che noi abbiamo già portato avanti in altri casi, soprattutto nelle aree più frequentate del nostro territorio. Riteniamo che Camporosso sia una delle realtà più protette della nostra provincia». Alla cerimonia erano presenti anche l’assessore regionale Marco Scajola, i consiglieri regionali Veronica Russo ed Enrico Ioculano, l’amministrazione comunale di Camporosso rappresentata dal vice sindaco Maurizio Morabito, dall’assessore Cristina Celi, dal consigliere Enzo Freno e dal consigliere Davide Grimaldi, il vicesindaco di Vallecrosia Marilena Piardi, il presidente del consiglio comunale di Ventimiglia Andrea Spinosi, numerosi rappresentati locali civili e militari, l’ingegner Messina e l’azienda Sonzogni, che hanno eseguito i lavori, la Croce Azzurra Misericordia di Vallecrosia, il Ponente Emergenza di Bordighera e la Croce Verde Intemelia di Ventimiglia.

«Ringrazio le persone che nel volontariato si ricordano degli altri, pensano agli altri, si dedicano agli altri e questo defibrillatore è sicuramente importante per la salute dei cittadini – dichiara l’assessore regionale Marco ScajolaRingrazio i nostri soccorritori per il lavoro che fanno in questo territorio, ogni giorno danno prova di grande cuore, umanità e professionalità. E’ un giorno di festa sicuramente perché è un’iniziativa importante, speriamo che non serva a nulla».

Il defibrillatore è stato acquistato grazie alle generose offerte in memoria di Monica: «Abbiamo raccolto oltre 6600 euro con i quali sono stati acquistati anche una stanza degli abbracci, che era il desiderio di Monica, donata alla Rsa Casa Rachele di Vallecrosia, un monitor multiparametrico donato alla Croce Verde Intemelia di Ventimiglia, una parte di recinzione del gattile di Ventimiglia, bambole terapeutiche per gli ospiti della casa di Riposo Latte di Ventimiglia affetti da Alzheimer oltre al defibrillatore automatico, una speciale teca termica e un kit di autoalimentazione donati oggi alla città di Camporosso. Ho scelto di posizionarlo qui, di fronte alla mia abitazione perché così è come se Monica fosse qui davanti a me. Grazie a tutti» – dice Stefano Urso, presidente Aceb.

commenta