Quantcast
A San Biagio della Cima l'evento benefico "Senza freni per Marika" - Riviera24
24 ottobre

A San Biagio della Cima l’evento benefico “Senza freni per Marika”

L’evento è organizzato dal motoclub Enduro Sanremo in collaborazione con Rallyterapia asd

riviera24 -  Motoclub Enduro Sanremo

San Biagio della Cima. Si chiamerà “Senza freni per Marika” il grande evento di beneficenza che coinvolgerà tutta la pittoresca cittadina di San Biagio della Cima, domenica 24 ottobre.

L’evento è organizzato dal motoclub Enduro Sanremo in collaborazione con Rallyterapia asd, ed il patrocinio del Comune di San Biagio della Cima.
La manifestazione avrà lo scopo di sostenere le cure di Marika Lodirio, una ragazza milanese di 23 anni con una grave disabilità motoria, appassionata di motociclismo.

La sua storia è stata oggetto di alcuni servizi su Le Iene, che documentano il coronamento del suo sogno di effettuare un viaggio in moto. Marika, con il suo sorriso, sarà in prima fila in questo evento nel quale numerosi campioni di motociclismo renderanno omaggio alla sua passione ed al suo coraggio, ma non solo. La manifestazione sarà infatti finanziata dai partner di Rallyterapia a.s.d. e le donazioni raccolte durante l’evento saranno consegnate alla famiglia di Marika.
L’evento clou della giornata sarà una esibizione sperimentale di abilità con moto da trial, ad invito (denominata “urban ability bike”), con il percorso tracciato tra vie e carruggi del paese, alla quale saranno invitati molti campioni di enduro, motocross, trial e velocità di oggi e di ieri, tra cui citiamo colui che sarà al via con il n.1: Nicola Dutto, il grande campione affetto da paraplegia che gareggia abitualmente in competizioni impegnative quali la Dakar, sulle sue moto speciali. Per essere presente all’evento, viaggerà dalla Spagna dove parteciperà ad una gara, sul suo furgone, per 1800 km, per essere in tempo al via di #senzafrenipermarika.

Si tratta di molti titoli mondiali vinti complessivamente presenti quel giorno per Marika, per un parco partenti d’eccezione. I piloti affronteranno il percorso uno alla volta, in totale sicurezza e con la massima carica emotiva per il luogo, la causa ed i tifosi entusiasti.

commenta