Quantcast

Vento in poppa, le Vele d’Epoca tornano a Imperia: inaugurata l’edizione della rinascita fotogallery

Iniziato ufficialmente il prestigioso raduno delle regine del mare

Imperia. Con un vento propizio per una buona navigazione, hanno fatto il loro ritorno a Imperia le “Vele d’Epoca“: il prestigioso raduno delle regine del mare che si svolge nel capoluogo ligure dal 1986, ma che lo scorso anno, a causa della pandemia da Covid-19, era stato rimandato.

Riviera24- Vele d'Epoca Imperia

Quarantaquattro regine del mare, dieci dragoni e tre imbarcazioni della Marina Militare: sono questi i natanti iscritti all’edizione della “rinascita”, come l’ha definita il sindaco Claudio Scajola, che ha sottolineato «l’importanza di questa manifestazione che trasmette la ricerca di una ripresa che non ha a che fare solo con la nostra città ma con l’intera Riviera e oltre».

Nel pomeriggio si è svolta la cerimonia di inaugurazione, con l’alzabandiera accompagnato dalla Fanfara della Marina Militare, alla presenza delle massime autorità civili e militari di Imperia, del vicepresidente di Regione Liguria Alessandro Piana e del sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè.

«Quella di quest’anno vuole essere una manifestazione di svolta, di ripresa, dopo mesi drammatici sul fronte umano ed economico – ha detto, dal palco di Calata Anselmi, il sindaco Scajola -. Ed è per tale ragione che abbiamo fortemente voluto organizzare questo evento nonostante le difficoltà e le grandi incertezze. Il mare e la vela sono da sempre simboli di libertà, di vita, dello stare insieme: tutto quello che noi vogliamo e che vogliamo riconquistare».

Il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè ha voluto ringraziare le forze armate: «Carabinieri, marina militare, esercito, guardia di finanza, croce rossa – ha detto l’onorevole – Sono gli uomini e le donne che hanno rappresentato l’Italia migliore, che abbiamo accolto, pochi giorni fa, di ritorno da Kabul. A Kabul abbiamo dimostrato di avere capacità, professionalità, umanità: lo hanno fatto gli uomini e le donne delle forze armate mettendo la loro vita in pericolo rispetto a valori che noi sentiamo come nostri, che erano in pericolo e che avevano messo in pericolo la vita di cittadini afgani. Con sprezzo del pericolo e della loro vita hanno portato a casa 4980 cittadini afgani e in questo abbiamo il primato davvero invidiabile di essere la nazione europea che meglio ha fatto rispetto a tutte le altre».

Tra le imbarcazioni presenti Lulu, un vintage yacht classe 1897, Manitou, la storica imbarcazione del presidente americano John F. Kennedy, la Orion e Marinella, natante da 24 metri che batte bandiera di Antigua e Beatrice, portabandiera della Città di Imperia donata al Comune da Diana Bracco, che prenderà parte alla regata con un equipaggio di giovani imperiesi. Confermata la presenza anche del Tuiga, barca simbolo dello Yacht Club di Monaco.

Tanti gli eventi collaterali, tra cui il tradizionale spettacolo pirotecnico che si svolgerà alle 22,45 di sabato 4 settembre. Per osservarlo al meglio, gli spettatori potranno seguirlo dal molo san Lazzaro, dalla banchina Medaglie d’Oro o dal Parco Urbano di San Leonardo.
Domenica 5 settembre, l’ultima giornata di regate per le Regine del Mare che, uscendo dal porto, daranno sfoggio a tutta la loro bellezza per aggiudicarsi il premio de “La grande parata”. Alle 17,30, presso il palco di Calata Anselmi, si terrà la cerimonia ufficiale di chiusura che premierà i vincitori dell’edizione 2021 delle Vele d’Epoca di Imperia.