Quantcast
Sclerosi Sistemica, Gils: «Al via una raccolta fondi online per la Giornata del Ciclamino» - Riviera24
Edizione 2021

Sclerosi Sistemica, Gils: «Al via una raccolta fondi online per la Giornata del Ciclamino»

Domenica 26 settembre torna l’iniziativa a sostegno della ricerca scientifica su una malattia ancora poco nota

Genova. Il Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodemia non si ferma e continua la sua battaglia per sostenere la ricerca scientifica sulla Sclerosi Sistemica con la Giornata Nazionale del Ciclamino che torna a settembre, come ogni anno.

A causa dell’emergenza coronavirus, anche per l’edizione 2021 non potrà essere garantita una presenza capillare dei banchetti per l’offerta dei ciclamini, simbolo dell’associazione, su tutto il territorio nazionale, compreso l’Imperiese, ma domenica 26 settembre alcune postazioni a cura dei volontari saranno presenti in una selezione di città italiane (l’elenco completo sarà disponibile da settembre sul sito sclerodermia.net). E per favorire le donazioni in tutta sicurezza, quest’anno la raccolta benefica si sposta online. Bastano infatti pochi click per sostenere i progetti di ricerca e formazione in cui il GILS è impegnato, andando sul sito www.sclerodermia.net dove è presente in Home Page una sezione dedicata alla raccolta fondi, attiva tutto l’anno.

«Nell’attesa di poter tornare in tutte le piazze italiane e negli ospedali con i nostri presidi dedicati agli screening gratuiti per una diagnosi precoce, il nostro impegno come associazione non si ferma. Informazione, formazione e ricerca scientifica rimangono i nostri obiettivi primari – afferma Carla Garbagnati Crosti, presidente del GILS – Donare alla ricerca scientifica significa anche finanziare progetti di formazione, come il corso appena lanciato su piattaforma per la cura delle ulcere rivolto al personale infermieristico con crediti ECM, le sessioni di supporto psicologico online e gli incontri di fisioterapia, sempre con lo scopo ultimo di migliorare la qualità di vita delle persone affette da questa patologia e dare supporto concreto ai caregiver».

Non solo ricerca, la Giornata del Ciclamino è inoltre un’occasione per sensibilizzare e diffondere la conoscenza su una malattia ancora poco nota e favorirne, quindi, il riconoscimento dei sintomi iniziali e la prevenzione tramite una diagnosi precoce, che ad oggi rappresenta ancora lo strumento più efficace per cure tempestive che possano rallentare il decorso clinico della patologia e garantire un’ottima qualità di vita.

commenta