Quantcast

Sanremo, caccia al nuovo responsabile giochi tradizionali: tutto da rifare

La selezione bandita ai primi di luglio non ha portato all'individuazione di un candidato idoneo

Sanremo. Finisce in un nulla di fatto il bando per il nuovo responsabile dell’area giochi tradizionali del Casinò Municipale. “La selezione non ha portato all’individuazione di un candidato idoneo”, si limitano a spiegare dalla casa da gioco. Insomma, tutto da rifare e senza perdere tempo, visto che l’attuale “direttore” Carlo Spelta è prossimo alla pensione.

Neanche il tempo di mischiare le carte che Casinò Spa ha già rilanciato una nuova selezione. Per il primo avviso pubblico, pubblicato il 2 di luglio, erano state diverse le candidature arrivate all’attenzione del consiglio di amministrazione guidato dall’avvocato Adriano Battistotti. Secondo bene informati, tra questi figuravano alcuni professionisti del settore con esperienze pluriennali nei più importanti casinò internazionali e direttori di altri Casinò italiani. A presentare domanda sarebbero stati anche degli ispettori interni dalla casa da gioco matuziana che sperano nel salto di categoria.

Professionalità varie, ma che sono state giudicate tutte inadatte a ricoprire il profilo richiesto. Ecco allora dal Casinò si tenta ancora, riaprendo la selezione, rivolta sia ad interni che ad esterni, e ritoccando contestualmente alcuni aspetti del precedente avviso pubblico. “Il profilo ricercato – si legge nel bando – deve essere in possesso di una comprovata esperienza lavorativa pluriennale, in ruoli direttivi, nel settore oggetto di ricerca, maturata preferibilmente in Casinò situati nello spazio economico europeo, modernamente organizzati e con clientela internazionale”, e fin qui nessuna novità.

In più “il candidato deve avere ottime doti analitiche e capacità gestionali, al fine di assistere la Casa da Gioco nel continuo processo di riposizionamento nel settore dei giochi da tavolo, mediante misurazione costante dei dati di gioco ed impiego di indicatori di performance (KPI). Inoltre, deve aver acquisito la necessaria esperienza per il ruolo oggetto della ricerca avendo ricoperto – anche senza vincolo di subordinazione – ruolo analogo o similare a quello oggetto della presente selezione, con funzioni direttive, presso Casinò modernamente organizzati. Pena l’esclusione, nel curriculum vitae dovranno essere specificate dettagliatamente: le aziende presso le quali è stata maturata l’esperienza, le attività svolte e la durata, con l’indicazione delle date in formato
gg/mm/aa, dettagliando altresì i giochi esercitati presso ciascuna delle aziende anzidette, con l’avvertenza che il candidato dovrà avervi maturato esperienza direttiva ed operativa nei giochi tradizionali (roulette, fair roulette, giochi di carte) e non già nel poker sportivo o nella gestione di sale slot.

Al vincitore spetta “un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato con qualifica di Quadro” del valore di circa 100 mila euro all’anno. Gli interessati sono invitati a far pervenire le domande entro le ore 12 dell’11 ottobre 2021.

Avviso pubblico 14 settembre