Quantcast

San Bartolomeo al Mare, dopo 200 anni rinnovata la cerimonia dell’incoronazione della Madonna foto

É avvenuta sul palco allestito sul sagrato del Santuario di Nostra Signora della Rovere

San Bartolomeo al Mare. Si è svolta nella serata di mercoledì 8 settembre la cerimonia dell’Incoronazione della Madonna, nell’anno giubilare del 350esimo anniversario dell’apparizione della Madonna della Rovere avvenuta il 18 aprile 1671 a Rollo (Andora) e nel secondo centenario dell’incoronazione per concessione del Capitolo della Basilica di San Pietro in Vaticano, avvenuta il giorno 8 settembre 1821.

L’incoronazione della statua della Madonna è avvenuta sul palco allestito sul sagrato del Santuario di Nostra Signora della Rovere, per mano del Cardinale Dominique Mamberti, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, del Monsignor Marco Agostini, Officiale della Segreteria di Stato Vaticana e Cerimoniere del Papa e del Cancelliere Canonico Tiziano Gubetta, della Diocesi di Albenga e di Imperia, in rappresentanza del Vescovo Guglielmo Borghetti.

É la prima volta che un Cardinale fa visita a San Bartolomeo al Mare e lo ha fatto in questa occasione, onorando con la sua presenza i fedeli accorsi numerosi e Don Marco, Rettore del Santuario di Nostra Signora della Rovere e Canonico Onorario della Basilica Concattedrale Collegiata insigne di San Maurizio e CC. MM. di Imperia Porto Maurizio. Presenti anche il sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio Urso, il comandante dei carabinieri di Diano Marina, Umberto Salvatico, il procuratore aggiunto della Repubblica, Lorenzo Fornace, il presidente della sezione penale del Tribunale di Imperia, Carlo Albero Indellicati.

Hanno partecipato anche i Cavalieri dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, le confraternite Santissima Annunziata di Diano Marina, San Bernardo di Diano Castello, San Michele di San Bartolomeo al Mare, Santa Caterina di Cervo e San Pietro di Imperia Porto Maurizio. Ha cantato il coro Deo Gloria diretto da Don Danilo Galliani, arciprete di Laigueglia.