Quantcast
Trasporto pubblico

Riviera Trasporti va in concordato, l’incubo fallimento incombe sull’inizio delle scuole

Decreto ingiuntivo da parte di uno dei creditori obbliga la società a portare i libri in tribunale. La Provincia conferma l'affidamento in house

Il deposito di piazza Colombo della Riviera Trasporti

Imperia. Dopo Rivieracqua finisce in concordato anche l’altra grande società pubblica provinciale, Riviera Trasporti. L’annuncio è arrivato questa mattina dalla bocca del presidente della Provincia Domenico Abbo, nel corso del consiglio provinciale convocato per confermare l’affidamento diretto, in house, a Rt del servizio di trasporto pubblico locale.

leggi anche
riviera trasporti
Provincia
Rt, richiesta di concordato preventivo prima dell’affidamento del servizio di trasporto

L’istanza di concordato sarà presentata al tribunale dal Cda di Riviera Trasporti la prossima settimana, mercoledì 15 settembre. Anche se aleggiava da tempo lo spettro della crisi aziendale, la notizia arriva come un fulmine a ciel sereno alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico. A determinare l’apertura delle procedure concorsuali sono stati i problemi sui conti della società, ricoperti da una valanga di debiti nell’ordine dei 30 milioni di euro, su cui hanno pesato, prima la recente sentenza in materia di aumenti tariffari, andata a sfavore di Rt per un importo di circa 5 milioni, poi il Covid e infine la mancata vendita degli ex depositi di San Martino e Ventimiglia, ultimo tentativo messo in campo per scongiurare il fallimento.

Come se non bastasse, a far precipitare le cose e obbligare di fatto il presidente del Cda Riccardo Giordano a portare i libri in tribunale, è stato un decreto ingiuntivo comminato su richiesta di uno dei creditori principali, il gruppo Arriva per un credito di circa 3 milioni di euro. L’accettazione del concordato da parte del tribunale di Imperia permetterà a Riviera Trasporti di tutelarsi dalla possibile aggressione futura ai propri beni ma potrebbe comportare effetti potenzialmente devastanti sul trattamento salariale dei lavoratori e sui fornitori che aspettano di essere pagati per i servizi prestati. Nel corso della seduta odierna che si è tenuta in Provincia, erano presenti i sindacati e i dipendenti di Rt. Per stessa ammissione del presidente Abbo, Riviera Trasporti è a corto di liquidità. Fatto che potrebbe comportare l’intervento immediato degli enti pubblici – Provincia e Comuni soci -, necessario a scongiurare disservizi alla vigilia dell’avvio delle scuole.

«Avvieremo immediatamente le procedure di raffreddamento. Siamo pronti allo sciopero, – dichiara il segretario provinciale di Usb Liguria Maurizio Rimassa. Credo che tutti dovrebbero ricordare al presidente Toti gli impegni presi in campagna elettorale, quando aveva garantito che in caso di elezione la Regione sarebbe intervenuta per acquistare il deposito di San Martino a Sanremo. I lavoratori hanno già sacrificato in passato parte dello stipendio per salvare l’azienda. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: non è servito a nulla».

leggi anche
Sanremo, filobus riviera trasporti rt
Servizio pubblico
Trasporto pubblico, la Provincia verso l’affidamento in house. A Riviera Trasporti le Colonie di Nava
riviera trasporti
Trasporto pubblico
Scontro Abbo-Scajola sull’affidamento in house a Rt, il PD: «Rinvio avrebbe conseguenze gravissime»
Riviera Trasporti
Trasporto pubblico
Riviera Trasporti, il Pd a Fratelli d’Italia: «Confrontiamoci pubblicamente sul tema»
riviera24-deposito riviera trasporti san martino
Trasporto pubblico
Situazione Riviera Trasporti, la preoccupazione della Lega Imperia
riviera24 - Gianni Berrino
Chiarezza
Caso Rt, Berrino: «Fondi regionali per trasporto pubblico ripartiti in base a criteri tecnici, non politici»
commenta