Quantcast
Quadrimestre da record per il pugilato, il punto del presidente Fpi D'Ambrosi - Riviera24
Sport

Quadrimestre da record per il pugilato, il punto del presidente Fpi D’Ambrosi

«Il quadro roseo è certamente frutto della piena sinergia tra la federazione, le società affiliate ed i tecnici che stanno compiendo uno sforzo eccezionale nella produzione e nella promozione del pugilato»

Riviera24- pugilato

Genova. «Mentre la Federazione si appresta a raggiungere la quota record di 1.000 società affiliate e veleggia verso i 50.000 tesserati complessivi, sono iniziate in pompa magna le fasi regionali dei Campionati italiani schoolboys/junior che, da quanto mi comunicano i Comitati regionali, registrano complessivamente a livello nazionale centinaia di giovani partecipanti. Non è da meno l’attività ordinaria che – dal mese di marzo – ha registrato un’impennata travolgente sia in termini di match aob che pro» – dice il presidente Fpi Flavio D’Ambrosi.

«Grazie alla fortemente voluta riforma dei Campionati italiani, assoluti e di categoria, per il 2021 assisteremo a delle fasi finali che vedranno la partecipazione di circa 1.400 pugili di tutte le qualifiche (schoolboys, junior, youth ed elite). Con questa rivoluzionaria riforma, per la quale la federazione ha investito per quest’anno circa 600.000,00 euro, finalmente i Campionati italiani torneranno ad essere l’epicentro dell’attività pugilistica, strumento di ricerca del talento nonché punto di riferimento per le selezioni degli atleti Azzurri. Parimenti, sta ripartendo l’attività giovanile che in poco più di un mese ha registrato un incremento di tesseramenti di circa 700 piccoli atleti, nella fascia d’età 5/12 anni, anche grazie all’azzeramento dei costi del tesseramento da parte del Consiglio federale. La competente commissione giovanile ha pianificato, in accordo con i Comitati regionali, l’attività dei criterium territoriali e le successive fasi finali nazionali, Torneo e Coppa Italia, che dovrebbero avere il loro epilogo nel mese di gennaio 2022» – dichiara il presidente Fpi.

«Continua senza soste anche l’attività Pro e nei prossimi mesi accanto ai Campionati italiani, potremmo gustare diversi titoli internazionali tra cui forse due Campionati europei. Peraltro, l’attività Pro sta progressivamente aumentando in virtù di un’esplosione delle riunioni miste che stanno beneficiando dei contributi, stanziati nel bilancio 2021 dalla FPI per tale attività, pari complessivamente a circa euro 350.000,00. Giungono notizie positive anche dalle squadre Azzurre. Negli eventi élite internazionali in corso di svolgimento, gli atleti Azzurri stanno offrendo ottime prestazioni. A breve, la Nazionale sarà impegnata in un difficile banco di prova: i Campionati europei youth ed i Campionati mondiali élite. Non sarà facile ma sono fiducioso sull’impegno e le prestazioni degli atleti» – afferma D’Ambrosi.

«Il quadro roseo è certamente frutto della piena sinergia tra la federazione, le società affiliate ed i tecnici che stanno compiendo uno sforzo eccezionale nella produzione e nella promozione di pugilato aob e pro. Per tale motivo, sarà assolutamente necessario che il sottoscritto e la squadra di consiglieri federali riescano ad individuare – nella prossima redazione del bilancio preventivo 2022 – adeguati sostegni economici per i principali artefici dei successi del movimento pugilistico nazionale: società, tecnici ed atleti. Siamo ancora lontani dal tetto del palazzo pugilato – ove si dovrà tornare per dare lustro e dignità all’immensa tradizione pugilistica italiana – ma le fondamenta sono in progressiva e continua evoluzione» – conclude D’Ambrosi.

Più informazioni
commenta