Quantcast

Imperia, Giordano: «Garantiti tutti i servizi, grande responsabilità e professionalità dei lavoratori di Rt»

«Voglio pubblicamente ringraziare tutti coloro che si sono messi a disposizione per dare risposte concrete e garantire il servizio alla collettività» - dice il presidente di Riviera Trasporti

Imperia. «In un momento di grande difficoltà per l’azienda e di giustificata preoccupazione sugli sviluppi che riguardano il futuro della stessa, voglio sottolineare il grande senso di responsabilità e la serietà dimostrata da tutti i lavoratori della Riviera Trasporti spa, che, col loro impegno, hanno garantito tutti i servizi e, in particolare, hanno reso possibile il rientro in presenza a scuola di migliaia di studenti» – afferma il presidente di Riviera Trasporti Riccardo Giordano.

«Sono convinto che, in altre realtà aziendali italiane, in situazioni analoghe, sarebbe stato molto difficile assicurare la regolarità del servizio, con evidenti disagi a carico di famiglie, ragazzi e lavoratori. Questo fatto dimostra il grande patrimonio di professionalità e di responsabilità che è presente nella Riviera Trasporti spa, patrimonio che deve essere tutelato e riconosciuto. Voglio quindi pubblicamente ringraziare tutti coloro che si sono messi a disposizione per dare risposte concrete e garantire il servizio alla collettività; dal direttore generale, agli uffici amministrativi, al corpo degli autisti e a chi opera nelle officine e nei depositi» – sottolinea il presidente Riccardo Giordano.

«Un riconoscimento particolare infine va alle organizzazioni sindacali che, ancora una volta, hanno svolto un ruolo importante, dimostrando nei fatti la volontà di perseguire la più complessa via della ricerca degli interessi generali, a comprova del reale interesse nutrito nei confronti del futuro dell’azienda. Auspico che nelle prossime settimane vengano fatte le scelte necessarie a poter garantire la continuità aziendale della Riviera Trasporti spa pur nelle difficoltà che si incontreranno, ma che solo con la coesione e l’unità di intenti sarà possibile superare» – conclude Giordano.