Quantcast
I Padri Somaschi lasciano Vallecrosia, struttura di accoglienza verrà diretta da diacono - Riviera24
Il saluto

I Padri Somaschi lasciano Vallecrosia, struttura di accoglienza verrà diretta da diacono

Decisione comunicata dal padre provinciale al vescovo Suetta

padri somaschi vallecrosia

Vallecrosia. Da ottobre i Padri Somaschi lasceranno la Comunità Gilardi dove sono accolti, attualmente, sedici minori. Ad annunciarlo, nei giorni scorsi, è stato il padre provinciale della congregazione religiosa che ha comunicato al vescovo Antonio Suetta la decisione di sospendere la presenza dei Padri Somaschi a Vallecrosia.
A lasciare la struttura saranno padre Adalberto, che andrà a Rapallo, padre Battista, che parte per Somasca, e padre Carlo, destinato al Crocifisso di Como.

La gestione della struttura di accoglienza resterà in capo alla congregazione che ne affiderà la direzione al diacono Alessandro Volpi.

Stando a quanto si apprende, la scelta di lasciare Vallecrosia è motivata dalla mancanza di nuove leve all’interno della congregazione. «Come in tutte le congregazioni d’Italia – spiega il diacono Volpi – I religiosi sono sempre meno e sempre più anziani, di conseguenza c’è una spinta verso i laici nella gestione delle attività sociali, dove comunque la congregazione mantiene l’indirizzo spirituale delle strutture».

La comunità Gilardi di via Poggio Ponente è in grado di ospitare venti ragazzi e continuerà a svolgere il suo importante compito visto anche il crescente numero di richieste di inserimento dovuto alla presenza, nell’estremo Ponente ligure, di minori stranieri non accompagnati che raggiungono Ventimiglia con la speranza di oltrepassare il confine di Stato con la Francia.

«La Diocesi tutta – si legge sul sito internet della diocesi di Ventimiglia-Sanremo – Ringrazia la Congregazione per tutti gli anni di servizio pastorale dedicati ai fedeli e nella preghiera affida la speranza che presto un’altra esperienza frutto dello Spirito possa tornare ad occuparsi pastoralmente della comunità parrocchiale».

 

commenta