Quantcast
Costarainera, la maggioranza si divide. Pietro Mareri si candida a sindaco - Riviera24
Al voto

Costarainera, la maggioranza si divide. Pietro Mareri si candida a sindaco

Attuale vicesindaco della giunta Gandolfo ed ex primo cittadino per dieci anni. L'annuncio nel giorno del raggiungimento di un importante risultato amministrativo

Pietro mareri

Costarainera. Torna nelle vesti di candidato sindaco Pietro Mareri, già primo cittadino di Costarainera per dieci anni e poi parte delle ultime due giunte comunali guidate da Antonello Gandolfo. “Per Costarainera” sarà il nome della lista civica di Mareri che andrà a fronteggiare “Uniti per Costarainera” del sindaco uscente. La pax che aveva portato le due anime dell’amministrazione comunale ad unirsi dieci anni fa è interrotta.

A seguire Mareri nella sua nuova avventura per la riconquista del Comune ci saranno gli attuali consiglieri di maggioranza Mattia Amoretti, Andrea Arciuolo e Carlo Brion Pulisciano, consigliere uscente al quale subentrerà Giovanni Di Poto. L’annuncio della candidatura a sindaco Di Mareri arriva nel giorno in cui Costarainera ottiene un importante successo sul piano amministrativo. Il piccolo Comune dell’Imperiese ha ottenuto un cospicuo finanziamento del valore di 995 mila euro per opere pubbliche. Nello specifico, a settembre 2020, il municipio aveva inoltrato specifica richiesta d’intervento sul Rio Piani (per un valore di €. 445.000,00), sul Rio Barellai (per un valore di €. 350.000,00) e per il consolidamento della sede stradale di Via Rogei (per un valore di €.200.000,00) che hanno trovato il riscontro auspicato.

«Le richieste di finanziamento del Comune sono state ritenute ammissibili e, grazie alla favorevole condizione, con il decreto-legge 14 agosto 2020 n.104, le risorse sono state finanziate ed addirittura incrementate di 900 milioni di euro per l’anno 2021 e 1.750 milioni di euro per l’anno 2022, – spiega l’attuale vicesindaco Mareri. Con tale azione la giunta ha dimostrato ancora una volta di saper cogliere le grandi opportunità che si sono presentate, sfruttando in tale caso l’articolo 1, comma 139, della legge 30 dicembre 2018, n.145, che ha previsto, per l’anno 2021, l’assegnazione di contributi ai Comuni per investimenti relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Ringrazio i dipendenti del comune tutti, il tecnico comunale, i consiglieri ed i tecnici collaboratori esterni, che con grande impegno e collaborazione hanno redatto le schede che hanno consentito il finanziamento delle suddette opere».

Generico settembre 2021
Generico settembre 2021
commenta