Quantcast

Atti osceni e oltraggio a pubblico ufficiale, denunciato imperiese

Dopo essersi denudato nei pressi dell'oratorio, ha insultato gli agenti

Imperia. La Polizia di Stato di Imperia è intervenuta nella sera del 13 settembre presso l’Oratorio dei Padri Giuseppini, nella zona di Borgo Fondura, a seguito di una segnalazione pervenuta al Numero Unico Emergenza 112 sul comportamento molesto di alcuni ragazzi che disturbavano una sessione di allenamento di pallavolo giovanile.

Gli operatori della volante, giunti nei pressi del luogo, hanno notato un giovane imperiese, noto per i suoi trascorsi attinenti gli stupefacenti, allontanarsi dal luogo della segnalazione a bordo di un ciclomotore.

Mentre gli agenti procedevano con il controllo, il ragazzo, improvvisamente, ha dato in escandescenza e alla presenza di numerosi astanti, ha gettato a terra i documenti d’identità propri e del ciclomotore, rivolgendo frasi ingiuriose ai poliziotti.

In considerazione dello stato di agitazione manifestato, nonché dei suoi trascorsi, il giovane è stato interrogato circa l’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti.

Quest’ultimo ha risposto rivolgendo altri appellativi offensivi agli operatori e denudandosi, esibendo i genitali nella pubblica via, ancora illuminata a giorno in considerazione della stagione estiva, per di più nelle immediate vicinanze di un oratorio, luogo abitualmente frequentato da minori, ove, nella circostanza, era presente una squadra giovanile di pallavolo femminile, intenta a praticare la propria disciplina sportiva.

Gli agenti delle volanti hanno quindi proceduto ad accompagnare il giovane presso gli uffici della Questura di Imperia per i reati di oltraggio a pubblico ufficiale ed atti osceni in luogo pubblico.