Quantcast
“Albintimilium feriae”, il mercato coperto diventa un polo fieristico: il progetto - Riviera24
L'idea

“Albintimilium feriae”, il mercato coperto diventa un polo fieristico: il progetto

Promosso dal comitato “In Ventimiglia”

Riviera24- mercato coperto ventimiglia

Ventimiglia. Il mercato coperto di Ventimiglia potrà cambiare volto e uso grazie al progetto “Albintimilium feriae”, nato da un’idea di Mariano Schiavolini. L’attuale struttura, risalente ai primi del Novecento, verrebbe ampliata, ristrutturata e messa in sicurezza, sia antisismica che antincendio, mantenendo il sito già esistente, attraverso l’utilizzo di tecniche ingegneristiche di nuova generazione per dare vita a un polo fieristico di 7 hall, “Ventimiglia Fiere”, messo a punto e studiato nei minimi dettagli da un team di esperti professionisti.

Albintimilium feriae

Diventerebbe una struttura unica nel suo genere, anche a livello nazionale, dove ogni spazio potrà soddisfare sia le esigenze dei commercianti e dei professionisti (che qui potranno ubicare le attività e gli studi) che quelle dei cittadini e delle associazioni culturali e sportive. La struttura polifunzionale, secondo il progetto, sarà dotata di galleria commerciale e prevede anche spazi per la realizzazione di spettacoli musicali, mostre d’arte ed eventi di ogni tipo, visto che sarà direttamente collegato con il Teatro comunale. Ventimiglia Fiere expo, con i suoi oltre 20.000 mt. (circa 15.000 m2 di Mercato, galleria, Fiera e teatro) e circa 6000 m2 di parcheggi, potrebbe ospitare circa 300-350 stand. I pilastri dell’edificio saranno rinforzati con fibre di carbonio, in collaborazione con Cnr. Esternamente la struttura avrà vetri artistici multistrato, che si integreranno con l’architettura dello stile liberty. Al loro interno verrà invece inserito un liquido che li renderà fotovoltaici. Il palazzo fieristico sarà autonomo dal punto di vista energetico, poiché verrà alimentato da una rete di pannelli solari di particolare fattura, inoltre utilizzerà un sistema robotizzato, in grado di gestire in modo automatico l’intera rete elettrica, collegato con una rete esterna di navette elettriche e parcheggi da collocare nelle zone periferiche della città. L’intera organizzazione fieristica potrà beneficiare perciò di un sistema logistico all’avanguardia e di marketing digitale altamente innovativo (sia a livello di competenze manageriali che internazionale).

Albintimilium feriae

Innovazione, connettività, digitalizzazione e sostenibilità ambientale sono i pilastri del progetto, che verrà sottoposto ad approvazione dell’Amministrazione comunale: «La città di Ventimiglia, pur essendo improntata sul commercio, è una città attualmente in forte regressione. Negli ultimi tempi molte attività hanno chiuso i battenti o sono state acquistate da imprenditori stranieri. Dal momento che la volontà del Comune è quella di trovare un progetto di riqualificazione dell’edificio del mercato, crediamo che non ci possano essere alternative migliori rispetto alla scelta di un centro fieristico, e attività similari, che sono compatibili tra l’altro con l’attività di vendita di frutta e verdura, vendita di fiori, praticata a piano terra, e con l’idea di sir Thomas Hanbury che avrebbe voluto un grande mercato per la vendita dei fiori della provincia di Imperia» – spiega Mariano Schiavolini, ideatore del progetto e professionista nel settore musicale ed artistico internazionale.

Albintimilium feriae

Il progetto favorirà anche l’assunzione di tanti giovani diplomati e laureati che potranno essere impiegati nel settore fieristico, assunti a tempo pieno o da inserire all’interno delle singole fiere, e intende rivoluzionare il settore della viabilità con l’economia circolare applicata a delle navette con motori elettrici, che dovranno trasferire i visitatori all’interno della città. Tale sistema di viabilità si estenderà fino in Francia, favorendo quindi un rapporto di collaborazione tra i due paesi.

Albintimilium feriae

Dalla proficua collaborazione e sinergia tra pubblico e privato potranno perciò nascere nuove realtà in grado di far decollare nuovamente l’economia cittadina e della provincia di Imperia e permettere l’internazionalizzazione dei prodotti “Made in Italy”. Un luogo, dunque, dove cultura e business possono formare un connubio vincente.

Albintimilium feriae

Da oggi parte una campagna per far conoscere ai cittadini il progetto, promosso dal comitato “In Ventimiglia”, che è favorevole al mantenimento e alla ristrutturazione dei box attuali. Il comitato, nato lo scorso 16 settembre per promuovere i progetti di riqualificazione dell’area destinata al mercato ortofrutticolo, l’antico Mercato dei Fiori, vuole offrire a tutti i cittadini la possibilità di far parte attivamente del progetto: «Verranno messe a disposizione piccole quote che rispondono a diverse esigenze. Il progetto è corredato da un completo ed esaustivo business plan, che può essere fornito per la visione a richiesta degli interessati. Affinché il nostro progetto possa concretamente realizzarsi, è necessario innanzitutto procedere alla revoca della delibera dell’8 luglio 2021 che ha previsto l’abbattimento del sito. In alternativa, potrebbe bastare la concessione del nulla osta per poter realizzare l’opera in ogni caso, senza obbligo di demolizione. Inoltre vanno approvate le varianti necessarie per la realizzazione del progetto, senza tener conto delle linee guida del progetto già approvato dal Comune. Un centro fieristico a Ventimiglia porterà benefici, oltre che alla città stessa, all’intero comprensorio» – dice il comitato “In Ventimiglia” .

commenta