Quantcast

Vallecrosia ricorda Enrica Nasi Moraglia a cinque anni dalla scomparsa

Messa di suffragio per la storica rappresentante della Caritas

Vallecrosia. Serata speciale dedicata a Enrica Nasi Moraglia in occasione della ricorrenza del 5° anniversario della sua scomparsa. Sabato 7 agosto alle 21 verrà infatti organizzato un momento di preghiera, fraternità e solidarietà presso la chiesa di San Rocco per ricordarla. 

«Verrà celebrata una santa messa di suffragio presso la chiesa parrocchiale di San Rocco» – dice Marino Moraglia riferendosi all’evento serale di sabato in memoria della sua amata moglie – «Invece per coloro che desiderano recarsi presso il Santuario della Madonna delle Virtù a Ventimiglia sabato 7 agosto Enrica sarà ricordata nella santa messa delle 7.30, dopo il rosario delle 7».

Storica rappresentante della Caritas, Enrica ha dedicato la sua vita all’assistenza dei più deboli. «Enrica è stata tra le fondatrici dell’organizzazione di volontariato Caritas Intemelia e ne è stata l’anima per 25 anni. Ha vissuto il Vangelo della carità dirigendo le attività a favore delle famiglie povere e delle persone senza dimora, con particolare sensibilità ed attenzione all’ascolto ed all’accoglienza sia degli ospiti che dei volontari, interessandosi con partecipazione di ognuno, fosse un amico o collega in difficoltà o persona che chiedeva aiuto alla Caritas. La ricordiamo per la sua capacità di non arrendersi e di non fermarsi di fronte a ogni difficoltà, di trovare soluzioni, di progettarle, programmarle e realizzarle. Aveva una forza interiore che riusciva a ‘passare’ a chi le era vicino e la dote di guardare sempre avanti e di riuscire a realizzare tanto anche con poche risorse. Il suo apporto per tutti i servizi di accoglienza che esistono a Ventimiglia è stato unico e fondamentale. Senza di lei non esisterebbero. Sono infatti molte le opere avviate da Caritas Intemelia in questi anni ed i progetti realizzati, dall’ascolto all’accoglienza notturna maschile e femminile, dalla mensa alla distribuzione di alimenti e vestiario, dal servizio docce, sempre sottolineato da Enrica come fondamentale per chi vive sulla strada, alle visite mediche, dall’educativa territoriale, per le persone con problemi di disagio mentale, agli alloggi protetti. Particolarmente importante l’impegno di Enrica per l’individuazione e ristrutturazione della nuova sede che ha richiesto tanti anni di costante e generoso lavoro e che ora è il luogo centrale per l’ascolto e l’accoglienza di chi è in difficoltà. Grazie Enrica, anche da parte dei volontari, degli operatori e degli ospiti della Caritas» – afferma Maurizio Marmo, presidente della Caritas Intemelia.

Negli anni sono nati diversi gruppi e iniziative solidali in onore di Enrica: «In questi 5 anni in tanti abbiamo sentito la mancanza di Enrica ma al contempo diverse persone amiche, ma anche alcune che non la conoscevano, hanno trovato, nel suo esempio, gli stimoli per mettersi in gioco nel campo del volontariato e del servire in modo gratuito. E’ nato così un gruppo “Amici per… Enrica” che ha dato vita ad un servizio, come volontari Caritas Intemelia: la raccolta di cibo invenduto, confezioni danneggiate o prossime alla scadenza, nei negozi della zona Intemelia. Recuperano cibo a favore dell’Emporio Solidale gestito dalla Caritas Intemelia riuscendo a rendere felici sia i negozianti che le persone e famiglie in stato di bisogno. Nel 2016, inoltre, un gruppo di amici ha dato vita ad un Capodanno alternativo unendo alla preghiera, pellegrinaggio e santa messa, un momento conviviale. Per tre anni si è svolto presso il Santuario della Madonna delle Virtù a Ventimiglia, nel 2019 si è tenuto invece nel Santuario Madonna delle Porrine ad Ospedaletti, mentre è stato sospeso lo scorso anno a causa del Covid-19» – racconta Marino Moraglia.

Enrica amava recitare e faceva parte di un gruppo di teatro, condotto da Davide Barella: «Enrica, che ha sempre amato il teatro come strumento di comunicazione e socializzazione, ha collaborato alla creazione di uno spettacolo teatrale, condotto da Davide Barella, in occasione dei 25 anni di Fondazione della Onlus Caritas Intemelia (1991-2016) e visto l’utilità di questa esperienza continua ad operare ancora oggi grazie alla Compagnia Stabile chiamata “Gli amici di Enrica” che però non potranno recitare come gli scorsi anni visto che il Covid ha ritardato la preparazione dello spettacolo in suo onore».