Quantcast
Sanremo, al museo civico “Il muro invisibile – Ventimiglia 2015-2021” di Jacopo Gugliotta - Riviera24
Da non peredere

Sanremo, al museo civico “Il muro invisibile – Ventimiglia 2015-2021” di Jacopo Gugliotta

Il vernissage è in programma martedì 17 agosto, alle  18.30

muro invisibile

Sanremo. Un reportage sul periodo di emergenza legato alla questione migranti che ha coinvolto Ventimiglia dal 2015. Questo il tema della mostra temporanea di Jacopo Gugliotta, fotoreporter e giornalista sanremese, ospitata al museo civico a Palazzo Nota dal 17 al 29 agosto.

L’esposizione in Sala Consiliare, dal titolo evocativo “Il muro invisibile – Ventimiglia 2015-2021”, raccoglie decine di fotografie scattate da Gugliotta tra il 2015 e l’aprile 2021 nella città di confine, a ritrarre alcuni dei momenti più emblematici della storia legata all’”emergenza migranti”. Un’emergenza che, da temporanea, è diventata permanente.

Si tratta di un progetto sostenuto dall’assessorato alla Cultura del Comune e dall’assessore Silvana Ormea, che arricchisce e completa una iniziativa avviata in altre città liguri. La mostra itinerante, infatti, ha già fatto tappa a Sassello, Quiliano e al Circolo Parasio di Imperia. Ma per il Comune di Sanremo, l’autore, Jacopo Gugliotta, ha voluto ampliare il numero delle immagini con alcuni scatti inediti, mai mostrati prima nei precedenti appuntamenti. L’esposizione diventa, perciò, l’occasione unica di vedere fotografie mai esposte e raccolte dallo stesso autore nell’arco di sei anni, nonché un ritorno alle iniziative temporanee al Museo Civico, dopo la sosta forzata dovuta alla pandemia.

Il percorso narrativo è suddiviso in quattro blocchi principali. “La Bolla”, ovvero l’esperienza dell’accampamento di fortuna che fu installato ai Balzi Rossi, a pochi passi dalla frontiera di Ponte San Ludovico nel 2015. Poi “La fuga”, “L’accoglienza/Disillusione” e, infine, le foto più recenti nella parte del “Il muro invisibile”, la sezione ampliata con gli scatti inediti del Museo Civico di Sanremo.

I quattro blocchi sono intervallati da pannelli di testo che contengono alcuni articoli giornalistici ed estratti dal libro “Diario dei Balzi Rossi”, una sorta di diario del Presidio Permanente No Borders – Ventimiglia, a cura di Francesco Scopelliti e Guglielmo Mazzia del Centro sociale La Talpa e L’Orologio di Imperia.

A completare il percorso vengono proiettate una presentazione contenente centinaia di altre fotografie degli ultimi sei anni e una breve rassegna stampa, che aiutano il visitatore a ripercorrere il periodo precedente l’ “emergenza migranti” nella città di confine.

L’esposizione di Jacopo Gugliotta sarà visitabile dal 17 al 29 agosto, da martedì a domenica dalle ore 17.00 alle 23.00. Si potrà accedere con lo stesso biglietto di ingresso valido per la collezione permanente del Museo Civico (intero 5 euro, ridotto 3 euro) e con la Certificazione Verde covid-19.

Il vernissage è in programma martedì 17 agosto, alle  18.30: sono attesi il sindaco della città dei fiori Alberto Biancheri, l’Assessore alla Cultura Silvana Ormea e la cooperativa CMC, incaricata dal Comune della gestione del polo culturale e che ha collaborato all’iniziativa artistica. Ad introdurre il collega giornalista Diego David.

L’appuntamento presso il Museo Civico di Sanremo rappresenta la seconda “tappa” in provincia di Imperia della mostra patrocinata inizialmente dal Comune di Sassello (Savona), che l’ha inserita tra gli eventi principali della rassegna “Sulla rotta di Ulisse”, tenutasi lo scorso maggio, patrocinata da Regione Liguria, Ambasciata di Francia in Italia e dell’Institut Français. Dopo Sassello, gli scatti si sono trasferiti a Quiliano (Savona).

Jacopo Gugliotta

Jacopo Gugliotta nasce a Rivoli nel 1991. Da bambino si trasferisce con la famiglia in Liguria, nella Riviera dei Fiori, crescendo a Ospedaletti e trasferendosi poi a Sanremo. Fin da ragazzo coltiva la passione per la fotografia, collaborando sotto la guida del fotoreporter de La Stampa Manrico Gatti, nell’edizione locale di Sanremo.

Parallelamente si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza dove si laurea nel febbraio del 2017. Successivamente sostiene l’esame da giornalista pubblicista ed entra a far parte del comitato tecnico-scientifico della redazione del quotidiano online di riferimento per il Ponente ligure Riviera24.it. Con la diffusione sempre maggiore del video anche nel mondo dell’informazione, amplia la propria sfera professionale specializzandosi in reportage e video.

In seguito diventa sviluppatore dei contributi video per PressCommTech, società leader a livello nazionale nel local advertising e nella comunicazione d’impresa. Con PressCommTech ha occasione di dirigere la produzione di contenuti promozionali di eventi e attività commerciali. La passione per la fotografia lo portano a partecipare a concorsi nazionali e a progetti inerenti le tematiche sociali.

commenta