Quantcast
San Segundin agli angeli del fango, D'Eusebio: «Amministrazione ipocrita» - Riviera24
Protesta

San Segundin agli angeli del fango, D’Eusebio: «Amministrazione ipocrita»

Il consigliere comunale di Ventimiglia denuncia la situazione in cui versa la Protezione civile

Massimo D'Eusebio

Ventimiglia. «Ritengo che l’assegnazione da parte dell’Amministrazione comunale di Ventimiglia del San Segundin D’Argento agli “angeli del fango” sia assolutamente condivisibile ma nel contempo ipocrita ed è per questa ragione che io, come rappresentante di Alternativa Intemelia, non parteciperò alla premiazione. I cosiddetti “angeli del fango” sono rappresentati da varie entità tra cui i vigili del fuoco, i cittadini comuni ma in buona parte dalla Protezione civile. Ho definito l’atteggiamento dell’amministrazione ipocrita perché non si può glorificare e contemporaneamente lasciare senza supporto la nostra squadra di Protezione civile a causa delle diatribe interne tra la Lega e il sindaco» – dice Massimo D’Eusebio di Alternativa Intemelia.

«Io come membro della Protezione civile conosco da tempo le condizioni in cui versa la squadra, ma gli stessi volontari avendo paura di eventuali ritorsioni mi hanno sempre convinto a non denunciare la situazione. Ma ora è tempo di informare la cittadinanza e mi riferisco precisamente a questi punti:

  • estrema difficoltà a reperire i fondi anche per riparare gli automezzi;
  • per quanto riguarda i fondi regionali non si è a conoscenza del fatto che siano stati richiesti;
  • la squadra ha dovuto sostenere a proprie spese l’acquisto di 10 divise per un costo complessivo di 1600 euro;
  • l’impossibilità di seguire il corso A2 per 18 volontari tra cui io (per intenderci avendo solo il corso A1 non potrei aiutare in caso di alluvione) a causa di inadempienze da parte dell’amministrazione;
  • minacce di espulsioni per i volontari che non si offrono di prestare servizio al centro vaccinale (ricordo che non c’è abbastanza personale da impiegare contemporaneamente nel monitoraggio antincendio, obbligatorio per la Protezione civile, e nei centri vaccinali, prestazione discrezionale).

La mia speranza è che questa nostra protesta possa far prendere coscienza all’Amministrazione comunale delle problematiche che la nostra Protezione civile sta vivendo cosicché i volontari possano avere il supporto necessario per svolgere al meglio il loro lavoro» – dichiara Massimo D’Eusebio di Alternativa Intemelia.

commenta