Quantcast
La cerimonia

L’assessore regionale Gianni Berrino consegna la Bandiera Arancione a Vallebona fotogallery

Assegnata al paese dal Touring Club Italia per il triennio 2021-2023

Vallebona. E’ stato l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino a consegnare la Bandiera Arancione al Comune di Vallebona. Il riconoscimento è stato assegnato al paese dal Touring Club Italia per il triennio 2021-2023. La cerimonia è avvenuta in mattinata alla presenza del sindaco Roberta Guglielmi, dell’amministrazione comunale e del presidente dell’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione e sindaco di Dolceacqua Fulvio Gazzola.

«Tutti i paesi e i borghi che hanno la Bandiera Arancione sono riconoscibili per l’autenticità. Avete preservato un paese, mantenendolo com’era, e questo è fantastico. Non è solo l’architettura, come sono fatti tutti i vicoli, tutte le case e le chiese, ma anche tutto quello che ci sta dietro, cioè come si vive in un paese, partendo dai settori commerciali che fanno turismo con le loro strutture perché da loro dipende molto il successo e la riuscita di un paese. Inoltre c’è l’altra parte dell’autenticità che riguarda le tradizioni, anche quella enogastronomica. Un paese che vuole mantenere la Bandiera Arancione deve poi anche saper offrire quello che è nella sua storia, a livello di ricette, cultura del cibo e delle coltivazioni che rendono possibili alcune ricette locali, come i fiori di zucca. Complimenti per l’ordine, la pulizia e l’arredo urbano. Turisticamente è un grande vantaggio essere Bandiera Arancione ma ora bisogna lavorare per affiancare a quello che c’era prima qualcosa che sia in grado di valere la Bandiera Arancione. Un paese come Vallebona ha la possibilità di fare turismo tutto l’anno rispetto ad una città di mare» – dice Gianni Berrino, dopo aver visitato i luoghi caratteristici del paese.

Bandiera Arancione a Vallebona

«L’amministrazione comunale deve essere sempre impegnata a mantenere alto il livello qualitativo, non solo dell’offerta turistica ma anche ambientale e dei servizi. Non può assolutamente regredire, è un marchio di qualità che una volta assegnato continua ad essere controllato. L’asticella cambia e ogni due anni cambiano i parametri di controllo. La qualità del servizio è fondamentale. Sono le persone che fanno la differenza» – spiega il presidente dell’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione e sindaco di Dolceacqua Fulvio Gazzola«La Bandiera Arancione nasce in Liguria. Ogni anno a settembre c’è un evento che coinvolge i comuni che hanno la Bandiera Arancione e che aderiscono: un raduno spalmato sul territorio apprezzato dai camperisti. La cosa più importante che stiamo facendo adesso è che stiamo dando l’incarico ad una società importante perché vorremo accedere ad un bando europeo senza passare dalle regioni».

Bandiera Arancione a Vallebona

E’ la prima volta che Vallebona riceve il riconoscimento che viene assegnato alle piccole località dell’entroterra, che hanno meno di 15mila abitanti, che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità. Il marchio ha una validità temporanea: ogni tre anni i Comuni devono ripresentare la candidatura ed essere sottoposti all’analisi del Touring Club Italia che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce così ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e alle amministrazioni uno stimolo al miglioramento continuo.

Bandiera Arancione a Vallebona

«Mi sono commossa nell’apprendere che Vallebona aveva preso questa bandiera, ci abbiamo lavorato tanto come amministrazione, colgo l’occasione per ringraziare tutti i consiglieri e, in particolare il vicesindaco Ingrid Marchot. Voglio ringraziare anche Gianni Berrino, l’assessore regionale, per aver dato come Regione Liguria la possibilità ai piccoli comuni come il nostro, che purtroppo a volte hanno difficoltà economiche, perché non trovano i fondi per poter investire in quello che poi è un investimento, di partecipare e questa volta ci siamo riusciti grazie anche alle linee guida dateci dal Touring Club Italia. Vallebona è molto onorata di aver ricevuto questo titolo, che siamo riusciti a ottenere anche grazie all’acqua di fior d’arancio amaro, presidio Slow Food del Comune di Vallebona prodotta da ‘La vecchia distilleria’ di Pietro Guglielmi» – afferma il sindaco di Vallebona, Roberta Guglielmi.

Bandiera arancione Vallebona

Alla fine della cerimonia degustazione di prodotti tipici del paese e del territorio.

Bandiera arancione Vallebona
commenta