Quantcast
Frana in valle Armea, l'interpellanza di Fratelli d’Italia - Riviera24
Domanda

Frana in valle Armea, l’interpellanza di Fratelli d’Italia

«A distanza di diciannove mesi la strada non è stata ancora messa in sicurezza, qual è la programmazione dei lavori e, soprattutto, quali saranno le tempistiche della loro durata»

riviera24 - frana valle armea

Sanremo. Il Gruppo Consigliare Fratelli d’Italia ieri ha depositato un’interpellanza sulla frana nella valle Armea.

Ecco il testo dell’interpellanza:

«Sanremo, 04/08/2021
Al Presidente
del Consiglio comunale
di Sanremo

INTERPELLANZA

I sottoscritti consiglieri comunali,

Premesso che la strada che corre lungo la valle Armea è stata interessata da un movimento franoso, causato dagli eventi alluvionali del dicembre 2019, che ha portato via quasi metà della carreggiata creando una situazione di alta criticità, in particolare nel tratto che lambisce l’area industriale di Sanremo;

Evidenziato che questa strada è caratterizzata da un intenso flusso di mezzi, anche pesanti, che quotidianamente la percorrono per raggiungere non solo le attività produttive ed economiche insediate nell’area industriale, ma anche le tante abitazioni che sorgono lungo la valle Armea;

Sottolineato, che pur essendo trascorso più di un anno e mezzo dall’evento alluvionale non è stata ancora rimossa la frana e la strada non è ancora stata messa totalmente in sicurezza; inoltre, il manto stradale è dissestato e in alcuni punti la carreggiata è invasa da erbacce ed arbusti. Tutte queste criticità, derivanti anche dall’inerzia dell’Amministrazione che non ha ancora provveduto a ripristinare l’intera area, creano gravi disagi e un possibile pericolo per l’incolumità delle tante persone che percorrono questa strada con automobili, motocicli ma anche mezzi pesanti;

Sottolineato, inoltre, che questa situazione di degrado e dissesto può contribuire, in caso di forti piogge, a creare danni strutturali alla fitta rete di condotti (delle fibre ottiche, dell’energia elettrica, della telefonia, del metanodotto) che corre sotto la sede stradale o comunque lungo la strada; a tal proposito val la pena ricordare quanto successo sempre durante l’alluvione del 2019, quando l’acqua torrenziale ha eroso, a sud del Mercato dei fiori, il muro di protezione del tubo delle acque nere lasciandolo scoperto. Purtroppo, ad oggi, nessun intervento è stato fatto e questo comporta il rischio che, in caso di una sua rottura, possa verificarsi uno sversamento nel torrente e in mare con un inevitabile inquinamento delle acque;

INTERPELLANO
il Sindaco e la Giunta comunale

– per conoscere i motivi per cui a distanza di diciannove mesi questa Amministrazione non abbia ancora sistemato e messo in sicurezza il tratto di strada lungo la valle Armea interessato dalla frana, dimostrando un atteggiamento di disinteresse non solo per un’area industriale che rappresenta il cuore pulsante dell’economia del nostro territorio, ma anche per la sicurezza e la tutela di coloro che sono costretti a percorrere questa strada quotidianamente perché in questa valle lavorano o abitano;
– quale sia la programmazione dei lavori e, soprattutto, quali siano le tempistiche della loro durata» – chiedono Luca Lombardi e Federica Cozza.

commenta