Quantcast

Emendamenti al Senato, la protesta delle associazioni di genitori separati della Liguria

«Se dovessero essere approvati all’interno della riforma del processo civile, i tribunali verrebbero inondati da false denunce e da istanze di provvedimenti urgenti che causerebbero un aggravio di costi per lo Stato e per l’amministrazione giudiziaria»

Genova. Mauro Lami, presidente di “Papà Separati Liguria Aps” e “Colibrì-Italia“, tutto il direttivo di Papà Separati Liguria e gli associati di Papà Separati Liguria, in questi giorni stanno inviando a figure istituzionali e onorevoli del Senato la seguente lettera:

«Gentile Onorevole,

le scrivo per manifestare la nostra forte protesta civile a nome delle associazioni di genitori separati che rappresento verso gli emendamenti, attualmente all’esame della Eccellentissima Commissione Giustizia del Senato di cui Ella è membro, che se approvati consentirebbero di far valere in modo grave e inaccettabile, anche nella sede civile in cui si svolge il procedimento di separazione, le false denunce di violenza a causa delle quali moltissimi genitori, per lo più padri, oggi vengono allontanati affettivamente dai propri figli per lungo tempo arrivando, sempre più spesso, a togliersi la vita vinti da profonda disperazione.

Il vero scopo di chi ha firmato tali emendamenti è quello di annullare del tutto le conquiste di civiltà, peraltro ancora largamente inespresse, avvenute con l’entrata in vigore della L. 54/2006, (legge legata al doveroso riconoscimento dei diritti dei minori in linea con la convenzione di New York firmata anche dal nostro paese), di comprimere il diritto alla bigenitorialità di cui essa è portatrice. Se tali emendamenti dovessero essere approvati all’interno della riforma del Processo Civile, i Tribunali verrebbero inondati da false denunce e da istanze di provvedimenti urgenti che, oltre a rappresentare un’ingiustizia in almeno 8 casi su 10, causerebbero un aggravio di costi per lo Stato, e per l’Amministrazione Giudiziaria, difficilmente quantificabile» scrivono Mauro Lami, presidente di Papà Separati Liguria e Colibri-Italia, il direttivo di Papà Separati Liguria e gli associati di Papà Separati Liguria.