Quantcast

Bordighera, torna operativa Ponente Emergenza: nuovo consiglio direttivo

Al momento in servizio dalle 8 alle 20, come disposto dall'Asl1 Imperiese

Bordighera. Ha ricominciato oggi, ufficialmente, a prestare servizio anche per le emergenze, la pubblica assistenza Ponente Emergenza di Bordighera, la cui attività era stata sospesa dall‘Asl1 Imperiese, in via cautelativa, lo scorso aprile per questioni legate al chilometraggio delle ambulanze e alla presenza di un solo autista nello svolgimento di servizi che ne prevedevano due.
A seguito della sospensione, il pretendete consiglio direttivo ha rassegnato le dimissioni e ne è stato eletto uno nuovo.

A darne notizia è il neo eletto presidente Gianfranco Musimeci: «La pubblica assistenza Ponente Emergenza, è stata nuovamente riattivata al servizio di emergenza-urgenza dell’Asl 1 Imperiese – dichiara – Siamo stati riattivati dalla mezzanotte del 1 agosto, anche se in realtà non ci siamo mai fermati. Questi mesi di stop da parte dell’Asl ci sono serviti per ricomporre un nuovo direttivo, per presentarci all’Asl e al dipartimento per l’emergenza di Bussana. Purtroppo le vicende che hanno coinvolto l’ente hanno lasciato degli strascichi, ma li stiamo risolvendo di volta in volta».

A fianco di Gianfranco Musimeci, è stato eletto vice presidente Giuseppe Coniglio.

«Abbiamo continuato a lavorare per chi aveva bisogno di noi privatamente – aggiunge Musimeci – I nostri dipendenti e i nostri volontari si sono adoperati per dare un nuovo volto alla sede di via Aurelia. Ora siamo pronti a ricominciare e a dare il nostro meglio per chiunque abbia bisogno di noi: per i cittadini e per l’amministrazione comunale. Inizieremo poco per volta, con una copertura di 12 ore giornaliere, in quanto le nostre forze sono al momento limitate». Per questo il presidente lancia un appello ai volontari, che saranno ben accetti.

«Una nuova Ponente nello spirito del vero volontariato – sottolinea il suo vice, Giuseppe Coniglio – Ma anche in un nuovo modo di rapportarsi con la cittadinanza e con le altre Pubbliche».

Conclude Musumeci: «A questo si aggiunge l’emozione della prima uscita dopo tre mesi di grande lavoro e sacrificio: come presidente mi dà una grande carica e la consapevolezza di avere lavorato bene nell’interesse primario dei cittadini».