Quantcast
Il gesto

Bandiere di Pace e di Emergency sventolano a Vallecrosia, solidarietà del Comune alla popolazione dell’Afghanistan

Accolta la richiesta di Emergency gruppo di Ventimiglia e Rete Sanremo Solidale

Bandiere sul lungomare di Vallecrosia

Vallecrosia. L’Amministrazione Comunale di Vallecrosia, accogliendo la richiesta di Emergency gruppo di Ventimiglia e Rete Sanremo Solidale, ha esposto sui pennoni di Largo Marinai d’Italia, al centro del lungomare cittadino, la Bandiera Arcobaleno della Pace e quella di Emergency ai lati del Tricolore Italiano.

«L’iniziativa avviata da sabato scorso, giorno del funerale di Gino Strada, fondatore di Emergency, è stata effettuata per dimostrare solidarietà e vicinanza alla ONG Emergency che è presente in Afghanistan con ospedali e centri di primo soccorso dal 1999. Da allora l’organizzazione fondata da Gino Strada ha curato più di sette milioni di persone in un Paese di poco più di 30 milioni di abitanti. La stessa vicinanza e solidarietà si è voluta dimostrare alla popolazione che nel corso di quaranta anni di guerra ha avuto più di un milione e mezzo di morti a causa dei combattimenti e una vera e propria ecatombe di mutilazioni dovute alle mine antiuomo, senza contare le morti per malattie dovute alle privazioni da cibo e medicinali in un Paese che vede più di 2/3 della popolazione sopravvivere sotto la soglia di assoluta povertà.

Grande vicinanza, solidarietà e preoccupazione si vuole poi esprimere per il personale civile e militare italiano, della colazione internazionale e sanitario di altre ONG, personale asserragliato all’interno dell’aeroporto di Kabul; uomini e donne in divisa e non che stanno, con coraggio indomito, cercando di assistere come si può le persone disperate, compreso i tantissimi bambini, che tentano di lasciare il Paese. Un situazione non degna del XXI secolo le cui cause dovrebbero far riflettere e pesare sulle coscienze di molti» – fa sapere il Comune di Vallecrosia, a mezzo del sindaco Armando Biasi e dell’assessore delegato alla Cultura Marilena Piardi, che si stringe intorno ai più deboli ringraziando allo stesso tempo coloro che stanno aiutando chi soffre.

leggi anche
Afgani Sanremo rifugiati
Il racconto
Prima notte a Sanremo per i profughi afghani, Guazzoni (Cri): «Bimbi ringraziano per brioche confezionate»
Marco Scajola
L'intervento
Sanremo accoglie afghani, l’assessore regionale Scajola: «La sensibilità e la generosità dei liguri è eccezionale»
Afgani Sanremo rifugiati
L'emergenza
Profughi afghani a Sanremo, Asl1 effettua 206 tamponi. Molti sono già vaccinati
commenta