Quantcast

Villa Zirio restaurata con un project sull’efficientamento energetico, fotovoltaico al mercato dei fiori

Presentato al presidente del tribunale di Imperia il progetto seguito dal sindaco Biancheri per adeguare la storica residenza ad accogliere il trasferimento degli uffici del giudice di pace

Sanremo. Messa in sicurezza e riqualificazione di Villa Zirio, spunta un project del valore di oltre 2 milioni di euro per far partire i lavori. Si è tenuto negli scorsi giorni un incontro tra il sindaco Alberto Biancheri e il presidente del tribunale di Imperia Eduardo Bracco, nel quale il primo cittadino ha illustrato il progetto di finanza presentato da una grossa azienda torinese, specializzata in energie rinnovabili ed efficientamento energetico, che permetterà al Comune di sistemare la residenza storica per renderla, successivamente, sede degli uffici del giudice di pace, attualmente ospitati nei locali di proprietà del Casinò in via Bixio.

La pratica, la cui istruttoria è stata seguita direttamente dal segretario comunale Tommaso La Mendola e dallo stesso sindaco Biancheri, dovrà passare prossimamente all’attenzione del consiglio comunale per il via libera definitivo. Nel progetto della energy media company è previsto il recupero di Villa Zirio, in cambio della realizzazione, sempre a spese del privato, di un impianto fotovoltaico in un’area di ricovero mezzi presso il mercato dei fiori. Il computo delle spese generali per adeguare Villa Zirio ad accogliere gli uffici del giudice di pace è stimato in 2,2 milioni di euro.

Stando a fonti di Palazzo Bellevue, il presidente del tribunale di Imperia avrebbe espresso apprezzamento per la soluzione prospettata dal sindaco Biancheri, su cui il primo cittadino sta lavorando da diversi mesi. Un progetto che si inserisce in un più ampio piano di riorganizzazione dei servizi pubblici che sta coinvolgendo, in particolare, l’ex stazione ferroviaria, destinata a diventare sede della polizia locale e di alcuni sportelli per il cittadino.

Villa Zirio è considerato uno dei monumenti più celebri dell’edilizia residenziale ottocentesca della Città dei Fiori, sorta a pochi passi dal parco di Villa Ormond e da Villa Nobel. Fu costruita nel 1870 per il cavalier Giovanni Battista Zirio dall’architetto francese Berenger. In tempi recenti è stata sede della Fondazione Orchestra Sinfonica e dell’ufficio Stato Civile.