Quantcast

Ventimiglia, Libera Imperia celebra la Giornata in memoria delle vittime della strage di via D’Amelio

Appuntamento nel chiostro di Sant’Agostino

Ventimiglia. «Cosa succederebbe se, a distanza di quasi 30 anni, un gruppo di ragazzi ritrovasse l’agenda rossa di Paolo Borsellino? Quali appunti di legalità e giustizia potrebbe aver scritto il magistrato, tra le altre cose?». È questo il pretesto narrativo intorno al quale il coordinamento di Libera Imperia organizzerà il consueto appuntamento del 19 luglio, giornata in memoria delle vittime della strage di via D’Amelio, nel chiostro di Sant’Agostino a Ventimiglia alle 20:45.

«Il luogo non è stato scelto a caso: negli ultimi anni la città di confine è teatro di dinamiche migratorie gestite con grande difficoltà, di tensioni e di violenze. Celebrare la fiducia nelle istituzioni, mai perduta da Paolo Borsellino e dai membri della sua scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, vuole essere un forte segnale per chiedere ai nostri rappresentanti che non abbandonino le minoranze in difficoltà. Quando le istituzioni sono presenti, i diritti sono tutelati. Quando le istituzioni sono presenti, le persone possono fiorire» – dice Libera Imperia.

«Durante la serata interverranno il procuratore della Repubblica Alberto Lari, la senatrice Donatella Albano, la dirigente scolastica Antonella Costanza, il presidente OdV Caritas Intemelia Maurizio Marmo, cittadine e cittadini di Ventimiglia e dintorni. Gli interventi e le letture saranno intervallati dalla musica di Fabio Amalberti. La cittadinanza è cordialmente invitata. L’ingresso è libero nel rispetto delle norme di sicurezza dettate dall’emergenza sanitaria. Si ringrazia don Ferruccio Bortolotto per la disponibilità del chiostro di Sant’Agostino» – affermano per il coordinamento di Libera Imperia, Maura Orengo, Annunziata Venturelli e Rita Cersosimo.

Libera Imperia