Quantcast

Ventimiglia, agli “angeli del fango” il premio San Segundin 2021

La memoria corre all'alluvione dell'ottobre scorso

Ventimiglia. Martedì 6 luglio si è riunita  la commissione per l’assegnazione del premio “San Segundin d’Argentu Città di Ventimiglia anno 2021″ presieduta dal sindaco Gaetano Scullino. La commissione è composta dal S.E. il Vescovo e da delegati del Comitato Pro Centro Storico che con il vescovo della diocesi Ventimiglia Sanremo nel lontano 1990 ideò il San Segundin d’Argentu, oltre a rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, di maggioranza e di minoranza, da rappresentanti di associazioni cittadine, con presidente il Sindaco.

La Commissione ha esaminato le varie candidature presentate, curricula e motivazioni regolarmente protocollati entro i termini prescritti, quindi si è passati alla votazione. La candidatura presentata dal Comitato Pro Centro Storico, proposta di assegnazione del prestigioso premio cittadino agli Angeli del Fango ha ottenuto l’unanimità dei consensi, di seguito riportiamo la motivazione presentata: “Subito dopo le piogge torrenziali che hanno fatto esondare il fiume Roja nella notte fra il 2 e il 3 ottobre, già dalla mattina del 3, molti volontari hanno iniziato a collaborare con la protezione Civile e le Forze dell’Ordine, con le Maestranze Comunali per tentare di arginare i danni provocati dall’enorme ondata di acqua e fango che ha semisommerso gran parte della città. Dopo i primi momenti di sgomento, incredulità, paura, molti cittadini, spinti da puro spirito di solidarietà e collaborazione hanno iniziato a spalare fango dalle vie, dagli androni dei palazzi, dalle cantine. Ben presto l’iniziativa dei primi volontari è stata seguita da molti altri e, altrettanto spontaneamente, alcuni volontari, coordinati dalle autorità preposte, hanno iniziato ad organizzare i soccorsi. Con il trascorrere del tempo ai primi volontari se ne sono aggiunti moltissimi altri, soprattutto giovani e giovanissimi, tanti sono arrivati dalle città e dai paesi limitrofi, molti altri anche da altre regioni e dalla vicina Francia. Durante l’emergenza i soccorsi sono stati coordinati anche tramite i social, Facebook in particolare, ove è sorto il Gruppo Angeli Ventemigliusi ben presto seguito da migliaia di persone. Allo stesso modo è nata un’iniziativa, forse la prima e unica nel suo genere: i ristoratori, gli esercenti, i commercianti e i privati cittadini hanno organizzato punti di ristoro per gli Angeli del Fango-Angeli Ventemigliusi sparsi in vari punti della Città ed è nato così il Desco Secondino, mensa benefica
dedicata al nome del nostro santo patrono San Secondo.

Il Comitato pro Centro Storico, quindi, ha proposto di candidare al XXX Premio San Segundin d’Argentu tutti coloro, indistintamente, che si sono prodigati, che hanno lavorato alacremente, secondo le loro possibilità e forze per far sì che Ventimiglia risorgesse dal fango più bella e pulita di prima dell’alluvione. Il San Segundin 2021, sarà dedicato simbolicamente a TUTTI gli Angeli del Fango indistintamente, senza escludere nessuno. La statuina del San Segundin d’Argentu sarà posta nel Palazzo Comunale a perenne
memoria dell’ammirevole opera di volontariato svolto dagli Angeli del Fango”. Dopo la votazione Scullino si è congratulato con la Commissione per l’ottima scelta sottolineando che gli Angeli del Fango hanno svolto un lavoro preziosissimo, che i volontari sono stati meravigliosi nella loro opera che ha fatto sì che Ventimiglia ritornasse ad una vita normale in pochissimi giorni. Il Sindaco ha ancora ringraziato dal profondo del cuore tutti i volontari che sono giunti da ogni dove e che a loro spese hanno affrontato il viaggio e la permanenza in città. Tutta la Commissione ha rivissuto quei tragici giorni ed è stata pervasa da un momento di commozione seguito da un lungo applauso per gli Angeli del Fango.