Quantcast

Una piazza piena per la doppia replica dei Berliner dà il via all’estate musicale di Cervo fotogallery

Ha preso il via il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo

Cervo. Il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo ha preso ufficialmente il via venerdì 16 luglio con il Quintetto dei Berliner Philharmoniker in concerto in doppia replica sul sagrato dei Corallini che, scongiurato il rischio della pioggia, ha offerto una delle sue più suggestive visioni panoramiche sul mare, con il tramonto e la fascinosa atmosfera sulla piazza-palcoscenico scelta da Sandor Vegh, violinista ungherese che nel 1964 ideò il Festival Internazionale di Musica da Camera. Una manifestazione che, al suo 58esimo anno, non smette di portare la magia nella piazza dei Corallini, piena sia per la prima replica del concerto, alle 20.30, sia per la seconda, alle 22.30, nel rispetto delle misure di distanziamento adottate per l’emergenza sanitaria.

Protagonisti i musicisti Luiz Felipe Coelho e Romano Tommasini (violini), Wolfgang Talirz (viola), Tatjana Vassiljeva (violoncello) e Gunars Upatnieks (contrabbasso), già presenti la sera del 15 luglio a Canelli (AT) al concerto alle Cantine Bosca per la prima edizione di Il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo incontra Canelli.

Il Festival proseguirà nel mese di luglio con il grande jazz: venerdì 23 luglio protagonista sarà infatti il Rosario Bonaccorso Quartet con la partecipazione straordinaria di Emanuele Cisi. Seguirà il 27 luglio Diego Campagna accompagnato dall’ensemble Archi all’Opera, e ancora il 30 luglio il duo Andrea Obiso, violino, e Mario Montore, pianoforte. I biglietti sono acquistabili su www.cervofestival.com.

Cervo ospiterà dal 16 luglio al 27 agosto tredici serate e diciotto concerti, accompagnati da una serie di iniziative collaterali che permetteranno di scoprirne gli angoli segreti. Gli spettacoli del Festival si terranno sulla Piazza dei Corallini, a eccezione di quelli che vedranno protagonista il 1° agosto il Coro G diretto da Carlo Pavese, che si svolgerà nella Chiesa di San Giovanni Battista e il trio violino, violoncello e pianoforte formato da Marco Norzi, Luca Magariello e Cecilia Novarino che verrà ospitato domenica 22 agosto all’Oratorio di Santa Caterina.

Affermati musicisti si alterneranno ad alcune delle più interessanti realtà emergenti del panorama italiano e internazionale in un cartellone innovativo e diversificato, in grado di coinvolgere una platea trasversale. Gli appuntamenti con la classica di alto livello saranno punteggiati da contaminazioni e aperture a mondi musicali che includono la canzone d’autore con Roberto Vecchioni (6 agosto) e il jazz di Rosario Bonaccorso il 23 luglio in collaborazione con FAI, Fondo Ambiente Italiano sez. Liguria) e del giovane Tommaso Perazzo (20 agosto), il cui trio sarà accompagnato da Fabrizio Bosso.

Tra le collaborazioni storiche sul territorio ligure prosegue quella con il Club Tenco, che porterà Roberto Vecchioni sul palco dei Corallini, ma anche quella con la Fondazione Orchestra sinfonica di Sanremo (sul palco il 27 agosto con Cesare Chiacchiaretta e il Quintetto d’Archi della Sinfonica per omaggiare Astor Piazzolla) e quella con il Festival teatrale di Borgio Verezzi, che porterà a Cervo il 13 agosto il fascino di uno spettacolo tra prosa e musica con Igor Chierici e Luca Cicolella. Il chitarrista Diego Campagna si esibirà il 27 luglio insieme all’Ensemble Archi
all’Opera, composto da professori dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova. La varietà dell’offerta artistica si accompagnerà alla qualità, rappresentata da realtà affermate come il Quintetto d’archi dei Berliner Philharmoniker, lo svizzero-tedesco Casal Quartett (in concerto il 24 agosto e al Festival Paganiniano di Carro il giorno successivo, in virtù di una rinnovata collaborazione con Levanto Music Festival – Massimo Amfiteatrof).

Molto spazio sarà dedicato agli artisti under35, le cui carriere in ascesa sono state attestate da importanti concorsi internazionali, tra cui il Concorso Pianistico Géza Anda di Zurigo. Sergey Tanin, recente vincitore, è il pianista siberiano che si esibirà a Cervo il 10 agosto. Tra gli artisti stranieri, va segnalato inoltre il ritorno a Cervo il 3 agosto del giovane pianista coreano Chi Ho Han. Il 30 luglio il Festival accoglierà il duo composto dai giovani e talentuosi Andrea Obiso, violinista, e Mario Montore, pianista. Nell’ottica di favorire nuove opportunità di sviluppo e crescita professionale alle nuove generazioni anche affiancando in un’esperienza professionale un grande interprete e artista senior, il concerto di Tommaso Perazzo, che vedrà sul palco il trio del giovane musicista genovese accompagnato da Fabrizio Bosso, è stato espressamente richiesto e commissionato agli artisti dal Festival di Cervo per il 2021.

Scoprire Cervo
Il Festival di Cervo è anche un’occasione per scoprire il borgo. Per ogni acquisto di 2 biglietti per primi posti per tutti gli spettacoli del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo sono rilasciati alla cassa due voucher spendibili dalla sera del concerto e fino ai 2 giorni successivi nelle attività commerciali e turistiche di Cervo aderenti. I dettagli e l’elenco delle attività convenzionate sono sul sito www.cervofestival.com. Nelle sere di spettacolo, in cassa è rilasciato anche un voucher per l’ingresso gratuito al Polo Museale “Castello Clavesana” per ogni acquisto di 2 biglietti (di qualunque tipologia) di ingresso agli spettacoli del Festival di Cervo, info ulteriori sul sito www.cervofestival.com. In occasione delle serate del Festival il Polo museale del Castello dei Clavesana resterà aperto e visitabile dalle 16 alle 23.

Il concerto del 23 luglio con il Rosario Bonaccorso Quartet si svolgerà in collaborazione con il FAI Fondo Ambiente Italiano sez. Liguria. In occasione della serata la Pro Loco Progetto Cervo organizzerà due visite didattiche gratuite al borgo di Cervo. Altre saranno, nel mese di agosto, le attività alla scoperta del borgo e del suo territorio.

I biglietti di tutti gli spettacoli del Festival sono acquistabili su www.cervofestival.com. Il Festival osserva scrupolosamente tutte le indicazioni per il contenimento della diffusione del coronavirus suggerite dalle autorità sanitarie. Prima di entrare in sala gli spettatori, anche chi ha acquistato il proprio biglietto attraverso la prevendita online, devono registrarsi in un apposito registro presenze, che sarà conservato per due settimane. La registrazione avverrà presso la biglietteria del Festival, presso l’Oratorio di Santa Caterina in Via Multedo. Per semplificare le procedure di accreditamento degli spettatori, lo staff organizzativo richiede al pubblico di presentarsi al botteghino con la certificazione compilata e firmata, scaricabile dal sito web del Festival. La compilazione dell’autocertificazione è richiesta anche agli spettatori che hanno acquistato i biglietti in prevendita.

Anche quest’anno, il servizio navetta per raggiungere i concerti del Festival di Cervo non sarà effettuato per motivi di sicurezza. Si potrà usufruire, comunque del posteggio gratuito in Via Steria, con ampia disponibilità di spazi. Il parcheggio è facilmente raggiungibile in auto e opportunamente segnalato. Il percorso, a piedi, dal posteggio alla Piazza dei Corallini e all’Oratorio è di circa 15 minuti.

(Foto di Marco Macchiavelli)