Quantcast

Studenti imperiesi bloccati a Malta per Covid, partito il primo volo di ritorno

La consigliera regionale Veronica Russo: «Consiglio vacanze in Liguria dove tutti i turisti sono assicurati»

Imperia. Sono partiti questa mattina gli 9 giovani Imperiesi bloccati a Malta da più di dieci giorni a causa di un focolaio di Covid che aveva costretto in quarantena circa una sessantina di connazionali.

«Mi rallegro che dopodomani i ragazzi potranno finalmente tornare a casa, la situazione si è sbloccata anche grazie all’interessamento del presidente Toti. Proprio per evitare queste disavventure mi viene spontaneo rivolgere un invito a tutti gli italiani ad evitare viaggi all’estero e a fare le vacanze in Italia, specialmente in Liguria regina delle Bandiere Blu. Tra l’altro, ricordo che qui da noi, per merito dell’assessore Berrino, i turisti stranieri hanno anche l’assicurazione automatica per tutte le spese qualora dovessero essere contagiati dal coronavirus». Commenta la notizia la consigliera regionale di Fratelli d’Italia Veronica Russo. I giovani Imperiesi si trovavano a Malta in vacanza per festeggiare la maturità. La positività di un ragazzo al coronavirus, venuto in contatto con il gruppo, aveva costretto tutti alla quarantena.

Riviera24- veronica russo

(Veronica Russo)

E’ partito attorno alle 10,15 dall’aeroporto internazionale di Malta il primo charter organizzato dalle autorità maltesi per il rientro degli studenti delle scuole di lingue messi in quarantena ma negativi al test Covid. Il primo gruppo comprende 58 italiani ed una trentina di tedeschi, tutti sottoposti a nuovo test prima dell’imbarco. Tra questi gli 8 imperiesi.