Quantcast

Sanremo, una lettrice: «Bene somma per la Pigna ma problemi anche in altre zone di città»

«Alcune non brillano né per igiene né per manutenzione di stabili e arredi urbani»

Più informazioni su

Sanremo. Una lettrice desidera condividere pubblicamente la soddisfazione per i quindici milioni di euro destinati alla Pigna per rigenerare il centro storico sottolineando però ulteriori problemi che riguardano altre zone della città.

«Condivido la soddisfazione degli amministratori sanremesi per la somma messa a disposizione per la Pigna di Sanremo però pochi giorni fa sono caduti calcinacci dal Ponte di via Francia; stamani leggo che lo stesso problema si è verificato alla stazione degli autobus da dove sono caduti staccandosi dal solettone di piazza Colombo: in entrambi i casi la fortuna solamente ha fatto sì che nessuno venisse colpito dai frammenti piovuti da strutture trascurate e mai prese in seria considerazione dagli amministratori locali. Certo, la Pigna è la Pigna e non si può certo mettere in discussione quanto sia prestigioso intervenire per risanare uno dei centri più caratteristici e pregevolmente storici della nostra città, con la speranza che la somma stanziata possa servire a risanare anche l’ambiente sociale che attualmente la popola e che non sempre fa onore alla nostra città!

Mi permetto comunque di consigliare ai nostri amministratori di farsi un giro per le altre zone di Sanremo, alcune delle quali non brillano né per igiene né per manutenzione di stabili e arredi urbani. Un altro consiglio estemporaneo ai cittadini di Sanremo: munitevi di casco per transitare in zone che probabilmente potrebbero riservare delle sorprese, prima che qualche calcinaccio cada a ricordare che, oltre che in basso, sovente è utile alzare un po’ lo sguardo!» – dice Teresa Barazzetti di Sanremo.

Più informazioni su