Quantcast

Sanremo, Leonardi Carli della Riviera Triathlon 1992 convocato al raduno Fitri Young foto

Andrà, dal 18 al 22 luglio, a Lovadina di Spresiano

Sanremo. Con orgoglio la Riviera Triathlon 1992 comunica che l’atleta Leonardo Carli è stato convocato al raduno Fitri Young che si terrà dal 18 al 22 luglio a Lovadina di Spresiano presso il Centro Sportivo Le Bandie.

A questa importante iniziativa prenderanno parte 40 atleti della categoria Youth B, 10 (6 maschi e 4 femmine) in rappresentanza di ognuna delle quattro Macroaree (Nord Ovest, Nord Est, Centro e Sud e Isole). Gli atleti, tra cui Leonardo, che nel fine settimana del 17-18 luglio parteciperanno ai Campionati Italiani Giovanili, prolungheranno dunque la propria permanenza in provincia di Treviso passando sotto la supervisione del coordinatore tecnico dell’attività giovanile Alberto Casadei e di altri 14 tecnici dello staff della nazionale giovanile (oltre a Luca Facchinetti saranno presenti 7 RGT, 2 CTM, 3 tecnici dell’Area Nazionale del programma di sviluppo territoriale e Stefano Rossi, tecnico specialista del nuoto in acque libere). La location consentirà agli atleti di allenarsi in piena sicurezza, potendo così lavorare con attenzione e serenità sulle componenti tecniche specifiche della triplice disciplina: dal nuoto in acque libere (uno dei focus principali di questo raduno), alle dinamiche della zona cambio, passando per la guida della bici e tecnica di corsa.

«Gli atleti convocati sono stati individuati dai coordinatori tecnici di Macroarea, in accordo con i referenti giovanili territoriali e con lo staff tecnico nazionale giovanile nell’ottica del lavoro di squadra che stiamo portando avanti – spiega Alberto Casadei, coordinatore tecnico dell’attività giovanile – In particolare sono stati coinvolti i migliori tra gli atleti Youth B che non hanno ancora avuto l’opportunità di sperimentare in maniera più strutturata l’esperienza di un raduno di allenamento o di una convocazione con la squadra nazionale. A questo appuntamento, seguirà un camp che coinvolgerà gli Youth B di interesse nazionale assieme a Junior e Under 23, un momento denso di contaminazioni e giusti stimoli». «Inoltre, abbiamo deciso di suddividere in maniera paritaria i posti assegnati alle varie Macroaree – prosegue Casadei – una scelta rivoluzionaria, ma fondamentale per fare in modo che tutti i territori siano equamente rappresentati, puntando allo sviluppo omogeneo del triathlon giovanile e dei territori stessi e offrendo stimoli ad atleti, società e tecnici».