Quantcast

Sanremo, la mobile smantella centrale dello spaccio in un appartamento del centro

A finire nei guai con la giustizia sono stati un libico e un marocchino

Sanremo. Gli agenti della squadra mobile della polizia di Imperia hanno messo fine alla massiccia attività di spaccio, messa in atto in un appartamento di via Roma.

A finire nei guai con la giustizia sono stati un libico 32enne , Asara Omaran e Ousma Mostafà, marocchino di 38 anni. Entrambi, secondo gli inquirenti, in quella casa avrebbero venduto stupefacente del tipo cocaina. Il primo ora si trova in carcere a valle Armea,  secondo un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Paolo Luppi, l’altro risulta irreperibile.

Gli investigatori, grazie soprattutto all’utilizzo delle telecamere di videosorveglianza, avrebbero documentato più di 250 cessioni di droga, principalmente di giorno, nel periodo compreso tra lo scorso marzo e maggio. Una quantità più che considerevole di polvere bianca, con clienti di ogni estrazione sociale. Nell’inchiesta sarebbero coinvolte anche altre persone.