Quantcast

Sanremo, da abbattere un albero nella pineta del Poggio. Proseguono le verifiche in via Bixio foto

Cresce vicino al santuario di Nostra Signora della Guardia

Sanremo. Continuano gli abbattimenti di alberi pericolanti presenti sul territorio comunale. Questa volta il destino è segnato per un “pinus pinea” che cresce, insieme ad altri esemplari simili, vicino al santuario di Nostra Signora della Guardia, nella frazione collinare del Poggio.

La decisone di rimuovere la pianta è venuta in seguito alle verifiche VTA (Visual Tree Assessment – valutazione visiva dell’albero su basi biomeccaniche) eseguite su di essa. Queste hanno rilevato, secondo la relazione dell’agronomo Antonino Rosato, che il pino appartiene alla categoria di PaC (propensione al cedimento) “D” (Estrema). Per tutelare la pubblica incolumità da un più che probabile crollo, Palazzo Bellevue, ha quindi deciso per il suo abbattimento.

Contro l’intenzione del comune di procedere alla rimozione di alcuni alberi pericolanti nella pineta di Poggio, si è schierato il “Comitato Spontaneo del Verde a Bordighera” e l’ex consigliere matuziano del M5s Luciana Balestra, che ha anche presentato un esposto in Procura a Imperia con, tra le altre, queste motivazioni: «Avendo verificato, con la consulenza dell’architetto Susanna Ivaldo, l’esistenza di un importante vincolo paesaggistico a tutela di tutta l’area interessata, è stato chiesto ai Carabinieri Forestali di intervenire al fine di sospendere le attività, conoscere quanti e quali alberi sarebbero abbattuti, verificando nel complesso la legittimità di tali decision

Proseguono intanto le prove di stabilità su tutti i pini marittimi di via Nino Bixio, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Gioberti ed il tratto antistante piazza Sardi. La questione degli alberi da abbattere, che sarà anche oggetto di discussione nel prossimo consiglio comunale, era divenuta più stringente dopo che uno di questi era crollato, sempre in via Bixio, sull’edificio della scuola Mater Misericordiae, distruggendo anche due auto parcheggiate. L’episodio, verificatosi nella notte del 22 maggio scorso, fortunatamente non aveva visto persone ferite dal sinistro.

Dopo quell’evento, sono stati parecchi gli alberi, soprattutto pini, a cadere sotto il taglio della motosega, alcuni di fronte al forte di Santa Tecla, altri sulla strada carrabile di Capo Nero ed alcuni sempre nella solita via Nino Bixio.