Quantcast

Presentato l’Albintimilium Theatrum Fest, protagonista l’Odissea raccontata dai grandi attori italiani

Da Paolo Rossi a Dario Vergassola, da Amanda Sandrelli a Giuseppe Cederna, sono sei gli appuntamenti che andranno a scena dal 24 luglio nella magica cornice del teatro romano

Ventimiglia. É stato presentato quest’oggi l’Albintimilium Theatrum Fest, evento nato dalla collaborazione tra il Comune ventimigliese, il Teatro Pubblico Ligure e l’Area Archeologica di Nervia, che riaccende ufficialmente le luci sul mondo del teatro, spente per lungo tempo a causa della pandemia.

Sono sei gli imperdibili appuntamenti che andranno in scena a partire dal 24 luglio nella magica cornice del teatro romano della città di confine e che avranno come tema protagonista l’Odissea, opera del poeta greco Omero, interpretata da altrettanti attori di caratura nazionale che ne daranno una personale interpretazione, passando dal tono ironico a quello drammatico.

«Inizia oggi un percorso iniziato lo scorso anno che per il Covid non si è potuto concretizzare, ma l’attesa è stata ampiamente ripagata – ha dichiarato il vicesindaco Simone Bertolucci – . Il teatro invernale si è trasformato nel teatro estivo che si trasferisce ora in una location unica. “Odissea – Un racconto mediterraneo” sarà una bellissima rassegna di qualità con interpreti di alto livello, per Ventimiglia è motivo di grande orgoglio e soddisfazione».

«Come Area Archeologica siamo contenti di poter dare avvio a questo progetto – afferma Valentina Fiore, direttrice dell’Area Archeologica di Nervia – . Per il museo è importante che lo spazio museale sia qualcosa di vivo e contemporaneo, vissuto dalla società. Il nostro obiettivo è quello di valorizzare e riportare visitatori in questi spazio non solo per permettergli di visitare il passato, ma per fargli capire come il passato possa entrare in contatto con il presente».

A presentare quello accadrà durante le sei serate in programma Sergio Maifredi, fondatore del Teatro Pubblico Ligure e ideatore del Festival: «Da molti anni sognavo di poter portare in scena un mio progetto al teatro romano di Ventimiglia. Il Teatro Pubblico Ligure fa confluire qui le due linee principali della propria mission: rigenerazione del territorio e valorizzazione dei siti archeologici della Liguria, in rete con i siti archeologici teatrali di tutta Italia. Lavoreremo con la Città di Ventimiglia affinché la comunità si ritrovi nel suo teatro, riconoscendolo come elemento identitario, catalizzatore di storia e di
cultura. Questo progetto nasce dall’idea di creare un rapporto vivo con lo spettatore. Non vogliamo che siano spettacoli che vivano solo quella serata come fiori che poi appassiscono, ma vogliamo che siano piante che possano crescere. Vogliamo far capire che attraverso la cultura si può mangiare e si possono creare progetti che danno al territorio un ritorno. Faremo del nostro meglio perché crediamo profondamente in questo progetto
».

Questo il programma dei sei appuntamenti:
24 luglio alle 21 Paolo Rossi “La maga Circe”
29 luglio alle Giuseppe Cederna “Odissea nell’isola dei Feaci”
30 luglio alle 21 Mario Incudine e Antonio Vasta “Il ciclope”
6 agosto alle 21 Moni Ovadia “Odissea e la gara dell’arco”
9 agosto alle 21 David Riondino e Dario Vergassola “I patti di pace – l’ultima Odissea”
11 gosto alle 21 Amanda Sandrelli “La ninfa Calipso”

Il costo dei biglietti è di 15 euro e possono essere acquistati presso l’ufficio Iat, lungoroja Rossi. Tutti gli aggiornamenti saranno pubblicati sui siti www.teatropubblicoligure.it e www.comune.ventimiglia.it. Per informazioni chiamare lo Iat ai numeri 0184 198309 o 0184 351209, l’Ufficio Manifestazioni al numero 0184 6183225 o scrivere alla mail teatro@comune.ventimiglia.im.it. Per informazioni sull’Area Archeologica chiamare lo 0184 252320 o scrivere alla mail drm-lig.albintimilium@beniculturali.it.