Quantcast

Pigna, escursione alla scoperta del Santuario della Madonna del Passoscio

L'itinerario prosegue per il ponte Bausson, crocevia di ripidi sentieri che attraverso il passo Muratone portano in Francia

Più informazioni su

Pigna. Giovedì 8 luglio verrà organizzata un’escursione a Pigna alla scoperta del santuario del Passoscio e del ponte Bausson.

Un itinerario che parte da Pigna alta, un borgo dell’alta Val Nervia circondato da uliveti. Pigna, già conosciuta in epoca romana per le sue acque termali, era un villaggio facente parte di Ventimiglia. In epoca longobarda, i monaci di San Colombano di Bobbio (dove a settembre si svolgerà il trekking “La via degli Abati”) diedero un grande impulso alla rinascita agricola di questo territorio con il recupero di aree incolte.

L’itinerario parte dal centro storico di Pigna visitando la chiesa che ospita l’enorme polittico del Canavesio datato gennaio 1500 da sempre ivi conservato. Camminando fra stretti carruggi e case di pietra, si percorrerà il sentiero della via Crucis che porta al Santuario della Madonna del Passoscio, fondato nel 1300. Una splendida vista su tutta la valle e l’acqua fresca della sorgente faranno dimenticare la fatica della salita. Si prosegue per il ponte Bausson, crocevia di ripidi sentieri che attraverso il passo Muratone, portano in Francia. Il ritorno è sullo stesso itinerario dell’andata.

Scheda tecnica
Lunghezza: 9 km circa
Dislivello: 450 m circa
Tempo di percorrenza: 4 ore + soste
Difficoltà: E – Escursionistica – adatto a chi sa camminare in terreni a tratti ripidi.

Dati logistici
Ritrovo ore 15 a Pigna nei pressi del bar gelateria, nella parte bassa del paese. Le escursioni sono confermate con un minimo 8 partecipanti.

Per l’escursione è consigliabile dotarsi di scarponcini o scarpe da trekking con buona suola, abbigliamento adatto alla stagione, borraccia con buona scorta d’acqua. Dotarsi di tutte le misure di sicurezza (DPI) riportate nel regolamento.

Più informazioni su