Quantcast

Nei mare del Golfo Dianese “Le nostre vele per l’inclusione” foto

Una giornata voluta fortemente dal Club Nautico Sanbàrt che, da sempre, incoraggia lo sviluppo di una cultura inclusiva attraverso lo sport

San Bartolomeo al Mare. Si è svolta sabato 24 luglio nelle acque del golfo di Diano la prima edizione de “Le nostre vele per l’inclusione”. Una giornata voluta fortemente dal Club Nautico Sanbàrt che, da sempre, incoraggia lo sviluppo di una cultura inclusiva attraverso lo sport.

“In questa prima giornata abbiamo avuto l’occasione di avvicinare alla pratica della vela cinque ospiti della comunità terapeutica Il Sestante di Diano Marina” dichiara Ivan Bastini, Presidente del Club Nautico di San Bartolomeo al Mare, che aggiunge: “E’ stata un’esperienza entusiasmante, con uno scambio reciproco di valore, sia per gli ospiti della comunità, sia per i ragazzi della squadra agonistica RSFeva del Sanbàrt, che li hanno accompagnati”.

La giornata è cominciata con una breve lezione sui principali rudimenti della vela, durante la quale i ragazzi del Sestante e i loro educatori hanno iniziato a prendere confidenza con la nomenclatura tipica di questo sport, cui ha fatto seguito l’uscita in mare, sotto la guida dell’istruttore federale FIV Arianna Rolando e dell’allievo istruttore Lorenzo Ronco, che hanno accompagnato il gruppo fuori dal porto, facendo assaporare ai novelli velisti la libertà di muoversi spinti da un sincero vento da levante su un mare appena increspato, nella magnifica cornice delle acque antistanti San Bartolomeo al Mare.

«Abbiamo accolto subito favorevolmente la proposta del Club Nautico Sanbàrt di organizzare questa giornata per i nostri ragazzi. Il tempo del Covid per i residenti in una struttura terapeutica è sicuramente stato un momento difficile, forse ancor più che per altri. Sapere di poter contare sulla sensibilità di associazioni come il Sanbàrt ci rende estremamente felici, oltre che orgogliosi nel vedere il valore dell’inclusività così vivo nel nostro territorio» dicono Romina Mancuso e Rocco Bonadonna, rispettivamente psicologa ed educatore del Sestante.

«Replicheremo sicuramente questa giornata, per la buona riuscita della quale intendo ringraziare tutto lo staff del Sestante e del Sanbàrt, gli istruttori, i nostri ragazzi, la dott.ssa Alessandra Barberis e lo sponsor dell’iniziativa BF Logistic & Transport, per aver contribuito a guardare con occhi che non vedono differenze, per aver realizzato questa fantastica miscela di sport e inclusione, per aver tutti insieme messo un mattone nella costruzione di questo indimenticabile momento di crescita» dice entusiasta Ivan Bastini, che ci aspetta per le successive edizioni del progetto e per la prossima regata a San Bartolomeo al Mare, il Memorial “Ghigliazza-Musso”, che si terrà sabato 14 Agosto.

Sanbàrt, Circolo Nautico nato nel 1998, è fondato sulla convinzione che la passione nasca attraverso il divertimento, l’esperienza ludica e ricreativa, dalla quale scaturiscono poi interesse e impegno. Il motto del Circolo è “cresciamo con il mare” e i suoi valori fondamentali sono il rispetto per il mare, l’impegno verso la sostenibilità, l’inclusione e l’accoglienza verso le diversità. Diventare socio del Club Nautico San Bartolomeo al Mare significa entrare a far parte di un’associazione animata da entusiasmo e passione, nella quale si condividono progetti e attività volte alla diffusione e allo sviluppo della conoscenza del mare e della pratica della vela.