Quantcast

Medaglia di bronzo per Cristina Meluso del Cs Judo Sanremo Kumiai

La judoka sanremese ha partecipato alle finali nazionali degli Esordienti B classe 2007-2008 al Lido di Ostia, mentre l’atleta Matteo Mastrorillo all'European Cup

Sanremo. Si sono svolte questa settimana le finali nazionali degli Esordienti B classe 2007-2008 al PalaPellicone del Centro Olimpico Fijlkam al Lido di Ostia. Il presidente Andrea Scalzo e il direttore tecnico Ettore Guarnaccia hanno accompagnato per il Cs Judo Sanremo Kumiai l’atleta Cristina Meluso alla prima finale nazionale, dopo la qualifica a Genova della settimana scorsa. La judoka sanremese, alla fine di un’ottima gara, sale sul terzo gradino del podio conquistando la medaglia di bronzo.

Cristina Meluso

Nel primo incontro giocano un ruolo importante la forte tensione e la poca esperienza da agonista: nonostante la judoka sanremese conduca per uno splendido waza-ari dopo una proiezione, viene sorpresa da un contrasto che fa vincere la forte atleta Airola Granaci Iulia, la quale si posizionerà seconda a fine gara.

Inizia per Cristina il difficile tour dei recuperi che, una volta rotto il ghiaccio, le permette di dimostrare il pieno valore vincendo ogni incontro prima del limite per Ippon (punteggio pieno), compresa la finale per il terzo-quinto posto dove atterra la forte avversaria dell’Accademia Torino per i secondi necessari a farle indossare una splendida medaglia di bronzo.

Cristina Meluso

Il Cs Judo Sanremo Kumiai è stato impegnato anche su altri fronti: l’atleta Matteo Mastrorillo, che alterna allenamenti fra Judo Sanremo e Kumiai Druento (e figlio del tecnico Giuseppe Mastrorillo), viene convocato per alcuni giorni di training collegiale a Lignano Sabbiadoro con i migliori judoka delle ranking nazionale e internazionale per poi volare a Teplice (Repubblica Ceca) al primo appuntamento in European Cup, accompagnato dal tecnico della Nazionale Italiana Cadetti e tecnico del Judo Kumiai Druento Massimiliano Pasca.

Matteo dimostra un buon atteggiamento gara ma la sua giovane età e l’inesperienza in campo internazionale non gli permettono di proseguire in una competizione difficile. Il pensiero dei tecnici è che il primo passo verso il judo di alto livello sia stato compiuto e che sia solo sufficiente continuare ad allenarsi e i risultati poi arriveranno.

Infine, nelle prossime settimane, i ragazzi del dojo matuziano saranno impegnati al judo summer camp di Druento dove affronteranno intense sedute di allenamento seguiti dai migliori tecnici e campioni del palmarès nazionale e internazionale, tra cui il maestro Alessandro Piccirillo, Matteo Marconcini e Roberto Meloni, sempre accompagnati dall’allenatore della Nazionale Italiana Cadetti Massimiliano Pasca e dall’istruttore Mario Del Chierico.