Quantcast

Irma Siri, studentessa di Vallecrosia che pedala come il vento: con il Vo2 Team Pink ai Campionati Italiani su pista fotogallery

Frequenta il liceo scientifico al Montale di Bordighera e si allena duramente senza però rinunciare al divertimento e agli amici

Vallecrosia. Si chiama Irma Siri, è una 15enne di Vallecrosia, ma è campionessa regionale di pista dell’Emilia Romagna, dove corre per il Vo2 Team Pink: società sportiva di Piacenza “cento per cento rosa” che forma giovani cicliste. Come la bellissima Irma, appunto.
Reduce dal successo del 15 luglio scorso, quando al velodromo di Forlì è salita sul primo gradino del podio nella prova omnium endurance, la ciclista ponentina si è anche classificata terza nella prova “velocità a squadre allieve”, e ora è considerata una campionessa dell’Emilia Romagna, regione che rappresenterà in Friuli dal 28 al 31 luglio prossimi, ai Campionati Italiani su pista.

In un momento in cui i giovani vengono dipinti come svogliati figli di papà, più vandali che ribelli, senza ideali e senza valori, l’esempio di Irma è la dimostrazione che i ragazzi, con una famiglia alle spalle, possono raggiugnere qualsiasi obiettivo, senza però rinunciare alle amicizie e al divertimento fondamentali nell’adolescenza.

Studentessa modello del liceo scientifico dell’Istituto Montale di Bordighera, Irma è salita per la prima volta su una bici, quella del fratello maggiore, quando aveva sei anni e, da quel momento, non si è più fermata. Una passione, la sua, che cura con dedizione e sacrificio, ma che al contempo l’ha portata a viaggiare per tutta l’Italia con il suo team, dandole la possibilità di relazionarsi con tantissime persone e stringere solide amicizie.

Vista la distanza che la separa da Piacenza, la quindicenne in inverno si allena quasi sempre nel Ponente Ligure, seguendo le indicazioni fornitele dal suo direttore sportivo Gianluca Bergamaschi. Ogni mercoledì, poi, accompagnata dai genitori, si reca a Genova per allenarsi al velodromo: il più vicino insieme a una struttura francese che comunque dista un centinaio di chilometri da Ventimiglia. In estate, invece, trascorre gran parte del tempo in Emilia Romagna. Quest’anno il passo più importante con l’inserimento nella categoria donne allieve, nella quale ha già avuto buoni piazzamenti nonostante le difficoltà di gareggiare anche con ragazze più grandi di lei.

Ma Irma non si perde d’animo e con la stessa concentrazione con la quale riesce a studiare letteratura latina mentre viaggia verso Genova, pedala con un solo obiettivo: quello di dare il meglio di sé. E ci riesce benissimo.

Capelli dorati, sguardo e sorriso luminoso, fisico e volto da miss Italia, la quindicenne non ha grilli per la testa ma idee e ambizioni ben chiare: da grande vuole fare il medico e continuare a coltivare, nello sport, la sua passione per il ciclismo. Nel frattempo, come tutte le ragazze della sua età, coltiva amicizie e sogni, divertendosi con quelle che, fuori dalla pista non sono più avversarie ma migliori amiche.