Quantcast

Il Sanremo Music Awards invia i primi aiuti umanitari a Cuba

Hanno coordinato e selezionato i prodotti in partenza: mascherine chirurgiche, mascherine FFP2, siringhe per vaccino, visiere, camici, tute monouso e tutte le cose principali di cui ha bisogno in questo momento il popolo cubano

Sanremo. Il patron del Sanremo Music Awards, Nicola Convertino, e il direttore artistico italiano Flavio Ferrari hanno coordinato i primi aiuti umanitari per il popolo cubano. Sono partiti oggi i primi invii da parte del Sanremo Music Awards per Cuba, in aiuto del popolo cubano che in fase di pandemia è stato il primo ad aiutare l’Italia.

Nicola Convertino e Flavio Ferrari hanno personalmente coordinato e selezionato i primi prodotti in partenza per Cuba: mascherine chirurgiche, mascherine FFP2, siringhe per vaccino, visiere, camici, tute monouso e tutti i prodotti
principali che necessitano in questo momento particolare al popolo cubano. I due patrocinatori sottolineano che in questo momento storico non gli interessa la politica ma solamente aiutare un popolo che ci sta vicino sia mentalmente che culturalmente.

«Quello che conta è la solidarietà al di fuori di ogni colore politico, gli aiuti non hanno una posizione politica e non siamo noi a giudicare cosa è meglio per il popolo cubano, saranno loro, con il tempo, a decidere, noi in questo momento pensiamo concretamente ad aiutarli con medicinali e derrate alimentari, e lo facciamo aiutati da artisti e cantanti che in questo momento si sono messi a disposizione e con l’aiuto di ditte che ci forniscono materiali e aiuti concreti. A settembre poi raccoglieremo molti fondi con il concerto in diretta streaming a pagamento, senza trattenere alcun compenso e senza pagare gli artisti che si sono offerti di partecipare. Penso che questo conta più di ogni parola o protesta. Il popolo cubano, in questo momento ha bisogno di fatti e non di contestazioni» – dicono Nicola Convertino e Flavio Ferrari.