Quantcast

Guerriglia in centro a Sanremo, da piazza Colombo l’appello alle istituzioni «Lasciati da soli, vogliamo più sicurezza»

Si muovono all'unisono tutte le attività commerciali della zona

Sanremo. «Siamo stati lasciati soli, vogliamo più sicurezza» è la richiesta che si leva praticamente all’unisono dalle attività commerciali della centralissima piazza Colombo.

Tutti i titolari di bar e ristoranti, fast food, ma anche gelaterie, farmacie e fiorai, dopo i fatti di giovedì notte, fanno appello all’amministrazione comunale perché scene del genere non si verifichino mai più. Era circa la mezzanotte quando, tre magrebini ubriachi, dopo che in un locale gli erano state negate delle birre, hanno letteralmente dato vita ad una guerriglia urbana, con tanto di lanci di pietre e bottiglie, nonché la devastazione dell’arredo urbano con le fioriere gettate in mezzo alla strada. Per poco qualcuno non si era fatto veramente male e tra le persone – tante e pacifiche – presenti quella notte c’erano anche dei bambini, che assistevano ad uno spettacolo di karaoke, ignari e terrorizzati poi dalle bottiglie che gli volavano attorno. Uno dei violenti è stato arrestato dai carabinieri. 

Ora le attività della piazza chiedono che la situazione venga maggiormente controllata dalle forze dell’ordine. Nello specifico ritengono che sarebbe d’aiuto far stazionare, almeno durante le serate estive, una pattuglia in piazza Colombo, con il doppio scopo della deterrenza e del pronto intervento. I commercianti sottolineano anche come, in altre zone matuziane di aggregazione, spesso siano presenti divise a controllo di quanto accade. Ma, sempre secondo i titolari delle attività, lo stesso non si verifica da loro. I titolari ed i gestori che si uniscono all’appello sono quelli della “Gelateria Lollipop”, “Blanco bistrot”,”La botte Gaia”, “Sanremo fiorita”, McDonald’s”, “Gelateria Slurp”,”Profumo del mosto”, farmacia “Gismondi”, “Caffetteria Reinassance” ed il fast food kekab.