Quantcast

Giallo Arma di Taggia, Eugenio Ripepi e il brivido sotto l’ombrellone

Otto avvincenti racconti firmati insieme a prestigiose firme

Sanremo. Sette scrittori, i magnifici sette, più uno, il curatore, l’artista poliedrico imperiese Eugenio Ripepi.  Ripepi, ospite dei nostri studi parla degli 8 avvincenti, appassionanti, divertenti, racconti tutti ambientati in un’unica location: Arma di Taggia. “Giallo Arma di Taggia” (Fratelli Frilli Editori, Genova) è, appunto, il titolo della raccolta.  Taggia’s Weapon, una nuova maniera per chiamare la città, che il gruppo degli autori vuole lanciare come tendenza.

eugenio ripepi

Il libro presentato in anteprima in occasione del debutto della rassegna “Il Parasio si tinge di giallo”  accosta di stili completamente diversi, penne celebri, navigate, insieme ad altre che provengono da solchi diversi. Stili solidi accanto a passi più “fumettosi”, scritture del paesaggio accanto a chiare e veloci introspezioni, pulp e classicità.

Ripepi ci accompagna in un  mondo di osti bonari, misteriosi visitatori, studiosi della psiche, donne innamorate, inquietanti presenze, prostitute, papponi, cocainomani, tormentati e violenti antieroi, metodici impiegati, assassini, fuggiaschi, trafficanti, guardie pazienti, conti, paesani, investigatori, suonatori di tromba jazz, ricche signore annoiate, gestori di locali malfamati, ladri, notai, insegnanti, registi, giornalisti, medici, atleti, influencer, ragazze bellissime, in ostelli, strade, pub, case di campagna e monolocali, vallate, piazze, torrenti, vicoli e spiagge.

Francesco Basso, Fabio Beccacini, Paolo Fittipaldi, Marino Magliani, Matteo Monforte, Bruno Morchio e Marco Vallarino sono le altre prestigiose firme.

L’artista imperiese preannuncia anche il suo prossimo video musicale realizzato ballerini dell’Urban Theory School di Vallecrosia