Quantcast

Danni tempesta, contributi a Molini di Triora: i ringraziamenti di Antonio Mario Becciu alla Regione

«Un ringraziamento particolare va fatto al governatore Toti, nonché agli assessori Giampedrone e Scajola, per il loro impegno e la vicinanza alle problematiche dell’entroterra. Auspichiamo vivamente che la Giunta Sasso utilizzi al meglio i soldi ricevuti»

 Molini di Triora. Antonio Mario Becciu, capogruppo di Opposizione del Comune di Molini di Triora, desidera ringraziare la Giunta Regionale per il contributo erogato a seguito dei danni subiti dalla tempesta del 2-3 ottobre 2020.

«Un ringraziamento particolare va fatto sicuramente al governatore Toti, nonché agli assessori Giampedrone e Scajola, per il loro impegno e la vicinanza alle problematiche dell’entroterra. A differenza del sindaco Sasso non siamo per nulla stupiti del cospicuo taglio di circa 10.000.000 di euro applicato al quantitativo richiesto dal Comune di Molini, e quantificabile in circa il 65% rispetto a quanto stimato dai tecnici comunali; sono infatti circa 8 mesi che questo Gruppo di Opposizione sostiene con fermezza che i costi previsti dall’Amministrazione siano stati “leggermente” esagerati» – afferma il capo gruppo di Opposizione, Antonio Mario Becciu.

«Il taglio cospicuo dei fondi elargiti è una chiara dimostrazione della bontà di quanto evidenziato sia in Consiglio che in dichiarazioni pubbliche, in quanto lo stesso ha colpito esclusivamente il Comune di Molini di Triora, a differenza di tutti gli altri Comuni interessati ai quali è stato applicato mediamente un taglio intorno al 10%. Rimaniamo invece stupiti nel leggere l’articolo inerente il Laghetto dei Noci: sinceramente prima di parlare di un eventuale ripristino dell’area a livello turistico sarebbe meglio parlare di sicurezza in quanto la situazione, ancora oggi, rappresenta un vero e proprio pericolo non solo per le case adiacenti al laghetto, ma per tutto il centro abitato del capoluogo» – dice Becciu.

«Come dichiarato durante l’ultimo Consiglio Comunale dal sindaco Sasso, l’Amministrazione non ha ancora nemmeno un preventivo per la realizzazione di uno studio morfodinamico del bacino idrico, necessario a sapere quanto e quale materiale sarebbe possibile asportare dal letto del torrente; per non parlare del previsto intervento del Comune di Sanremo che, per stessa ammissione del Sindaco e del tecnico comunale, rappresenta sicuramente un’ottima iniziativa, ma non sarà assolutamente risolutivo in quanto andrà appena ad intaccare l’ammontare di materiale riversatosi nella zona del Laghetto. Per concludere, auspichiamo vivamente che la Giunta Sasso utilizzi al meglio i soldi ricevuti che, trattandosi di 4.250.000,00 euro, rappresentano un ammontare di tutto rispetto» – dichiara il capo gruppo di Opposizione, Antonio Mario Becciu.