Quantcast

Coronavirus, in Costa Azzurra si pensa al ritorno del coprifuoco. Maschera obbligatoria ovunque

Misure restrittive potranno essere imposte dai prefetti, per il governo centrale unica soluzione resta il vaccino

Nizza. E’ di nuovo allerta in Costa Azzurra e nell’intero dipartimento delle Alpi Marittime francesi per l’aumento di casi di Covid-19. Sono quasi 200, infatti, i casi registrati su 100mila abitanti: un’incidenza molto alta che lascia supporre che la vicina Francia (e il paese in generale) sia nel pieno della quarta ondata di Coronavirus.
Questo il motivo per cui, come scrive il Nice Matin, il progetto delle Alpi Marittime Bernard Gonzalez ha deciso di prorogare il decreto rendendo obbligatorio l’uso della mascherina anche all’aperto in alcune zone del dipartimento fino al 2 agosto.

E non è tutto. Oggi potrebbe essere deciso il ritorno del coprifuoco per arginare i contagi. Ieri, intanto, il primo ministro francese Jean Castex in televisione ha sottolineato che l’unica soluzione siano vaccino e green pass, senza dunque annunciare misure restrittive che, invece, possono essere prese dai singoli prefetti sui territori di loro competenza.