Quantcast

CNA Imperia: «La professione di guida turistica va rispettata e valorizzata» foto

Un webinar per fare il punto sulla situazione attuale e le prospettive future

Più informazioni su

Imperia. «Le guide turistiche sono tra i pochi professionisti (insieme ad archeologi, storici dell’arte e docenti) in grado di raccontare e illustrare la storia e l’arte dei monumenti italiani. Allo stato attuale, però, circa 25mila guide italiane versano in una condizione di forte incertezza, sotto il profilo sia normativo sia occupazionale, in ragione della crescente presenza di guide provenienti da altri Paesi europei. Senza un’adeguata regolamentazione dell’accesso alla professione di guida turistica, infatti, si rischia di compromettere la specificità culturale italiana, ossia la specializzazione per ambiti territoriali, provinciali o regionali, considerata la vastissima conoscenza di beni culturali e di oltre 50 siti Unesco che il nostro contesto impone» – fa sapere Cna Imperia.

«Favorendo soggetti privi delle necessarie competenze, per di più provenienti da altri Paesi europei, si danneggiano i fruitori del servizio e l’immagine dell’Italia. Non solo: ad una maggiore regolamentazione della professione ne consegue anche una maggiore tutela dei visitatori ed una corretta rappresentazione del patrimonio culturale italiano, soprattutto locale, attraverso operatori qualificati, abilitati soltanto per mezzo di esami promossi o validati dal nostro Paese. Non si può più rimandare l’approvazione di una legge organica che fornisca alle Regioni criteri uniformi per l’adeguata qualificazione delle guide turistiche ai fini dell’esercizio della professione: occorre dunque definire una cornice normativa nazionale che tuteli e valorizzi la professione della guida turistica». A richiederlo, CNA Turismo e Commercio e CNA Professioni di fronte ai membri della commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato nel corso di una audizione durante la quale la delegazione CNA ha sottolineato l’importanza della professione di guida turistica per la ripresa del sistema economico italiano.

La CNA organizza quindi un webinar dal titolo “La disciplina delle Guide Turistiche, tutelare la professione e il patrimonio culturale per il rilancio del turismo” che si terrà lunedì 19 luglio alle 17, proprio per fare il punto sulla situazione attuale e per illustrare le istanze avanzate da CNA.

L’abilitazione alla professione di guida turistica deve infatti passare attraverso la definizione dei requisiti di accesso e di partecipazione all’esame; l’individuazione degli ambiti territoriali di specializzazione; l’istituzione di un elenco nazionale delle guide turistiche dove risultano iscritti i soggetti che hanno superato l’esame di abilitazione e la regolamentazione dell’attività delle guide turistiche abilitate in un altro stato membro dell’Unione europea, previo riconoscimento del titolo solo a seguito di integrazione della formazione professionale specifica per il sito o area tematica presso il quale si intende svolgere l’attività professionale.

Questo il programma previsto degli interventi:

APERTURA LAVORI
Cristiana Alderighi, coordinatrice Nazionale CNA Professioni

RELAZIONI INTRODUTTIVE
Cristiano Tomei, coordinatore nazionale CNA Turismo e Commercio
Mario Carniani, presidente Guide Turistiche CNA Professioni

INTERVENTI
Sen. Marco Croatti, Commissione Industria, Commercio
Sen. Paolo Ripamonti, Commissione Industria, Commercio

CONCLUSIONI
Marco Misischia, presidente nazionale CNA Turismo e Commercio
Per confermare la partecipazione all’incontro, inviare una e-mail a vazzano@im.cna.it oppure un messaggio tramite WhatsApp al 347 2915873.

Più informazioni su