Quantcast

Cervo, doppio concerto in piazza dei Corallini con il Quintetto d’Archi dei Berliner Philharmoniker foto

Evento inaugurale del 58° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo

Cervo. Il 58° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo prenderà avvio venerdì 16 luglio con il concerto di inaugurazione che vedrà protagonista sul Sagrato dei Corallini il Quintetto d’Archi dei Berliner Philharmoniker. Il recital sarà proposto in due repliche, alle 20:30 e alle 22:30, in caso di maltempo i concerti si svolgeranno nella chiesa di San Giovanni Battista.

Nato dalla lunga collaborazione tra Wolfgang Talirz e Romano Tommasini con la violoncellista russa Tatjana Vassiljeva, il Quintetto d’Archi dei Berliner Philharmoniker comprende quattro musicisti dell’Orchestra dei Berliner Philarmoniker, oltre alla violoncellista Tatjana Vassiljeva, oggi primo violoncello dell’orchestra sinfonica del Concertgebow di Amsterdam. Il primo concerto risale al 2007, in Belgio. Da allora, in poco tempo, il Quintetto ha trovato un larghissimo consenso di pubblico esibendosi tra Europa e Giappone.

Il concerto al Festival di Cervo del Quintetto d’Archi dei Berliner Philharmoniker sarà preceduto giovedì 15 luglio da un analogo appuntamento al Cortile delle Cantine Bosca di Canelli per “Il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo incontra Canelli”. L’evento, che si terrà alle 21:30, è in collaborazione con Comune di Canelli, Regione Piemonte, Provincia di Asti, Comune di Cervo, Visit Canelli, con la produzione esecutiva di Nido di Ragno. «Si ringrazia, inoltre, Fratelli Carli» – dicono gli organizzatori.

Il Festival di Cervo aderisce alla campagna #IoVivoLaSclerosiMultipla ospitando, per tutte le serate di spettacolo del 2021, l’iniziativa “Siamo sicuri di sapere cosa sia la sclerosi multipla?”, che con approccio inclusivo, ironico e leggero si rivolge alle nuove generazioni per contribuire a diffondere informazioni su una malattia apparentemente conosciuta, ma che nasconde ancora diverse zone d’ombra. Promossa dall’omonima associazione capitanata dalle giovani Federica Frazzitta e Chiara Generini, l’iniziativa ha già toccato Firenze e Milano con un positivo riscontro di pubblico e giunge ora a Cervo in occasione del Festival Internazionale di Musica da Camera.

Durante le serate del 58esimo Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, all’Oratorio di Santa Caterina, sede della biglietteria e del concerto in doppia replica del 22 agosto, sarà allestito un percorso per immagini dove saranno protagonisti gli scatti del maestro Settimio Benedusi, grandi ritratti in bianco e nero che raccontano testimonianze di vita vera. La campagna punta a diventare un fenomeno virale attraverso una diretta provocazione rivolta al pubblico per incentivare la conoscenza della patologia e, aiutandone la condivisione, migliorare così anche lo stile di vita di chi vive quotidianamente la malattia con messaggi di fiducia e positività.

Il Festival di Cervo è cultura a 360 gradi. In occasione delle serate del Festival il Polo museale del Castello dei Clavesana resterà aperto e visitabile dalle 16 alle 23. Il concerto inaugurale del Festival 2021 apre inoltre un weekend all’insegna della cultura per il borgo. Sabato 17 luglio è infatti prevista una visita didattica alla scoperta di Cervo, tra storie di marchesi, pescatori di corallo e corsari ripercorrendo le vie del paese. Dalla parte più bassa del centro storico attraverso Palazzo Viale, splendido esempio di architettura settecentesca, risalendo gli stretti “caruggi” tipicamente liguri e giungendo all’Oratorio di Santa Caterina, edificio fortificato dai Cavalieri di Malta. La meravigliosa piazza che si affaccia sul mare ospita la Chiesa di San Giovanni, costruita grazie ai proventi della pesca del corallo e uno dei principali esempi di architettura barocca del Ponente Ligure. Ancora, si giungerà al Castello dei Clavesana, oggi valorizzato grazie al Polo Museale, passando poi per il Bastione. La visita avrà inizio alle 18, è organizzata dalla Proloco Progetto Cervo in sinergia con il Comune e curata dalla dottoressa Elisa Bianchi, archeologa. Il costo di partecipazione è di 7 euro (gratuito per bambini e ragazzi fino a 12 anni). Per i partecipanti è inoltre previsto l’ingresso ridotto al Museo Etnografico. Prenotazione obbligatoria ad Elisa Bianchi contattando il 3385959641. Per informazioni: ufficio IAT 0183406462, int.3, infocervo@cervo.com

Il Festival 2021
– 23 luglio 2021: Rosario Bonaccorso Quartet feat. Emanuele Cisi (doppia replica)
– 27 luglio 2021: Diego Campagna – chitarra, Archi all’Opera
– 30 luglio 2021: Andrea Obiso – violino, Mario Montore – pianoforte
– 1 agosto 2021: Coro G, Carlo Pavese – direttore
– 3 agosto 2021: Chi Ho Han – pianoforte: “All about Chopin”
– 6 agosto 2021: Roberto Vecchioni presenta “Musica e Parole”
– 10 agosto 2021: Sergey Tanin – pianoforte
– 13 agosto 2021: Corto Maltese – Una ballata del mare salato (doppia replica)
– 20 agosto 2021: Tommaso Perazzo Trio, Fabrizio Bosso (doppia replica)
– 22 agosto 2021: Marco Norzi, Luca Magariello, Cecilia Novarino (doppia replica)
– 24 agosto 2021: Casal Quartett
– 27 agosto 2021: Cesare Chiacchiaretta, Quintetto d’archi dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo

I biglietti di tutti gli spettacoli del Festival sono acquistabili su www.cervofestival.com. Per il concerto di venerdì 16 luglio la biglietteria aprirà due ore prima della prima replica, alle 18:30. I biglietti per il Sagrato sono in vendita esclusivamente al botteghino. Il Festival osserva scrupolosamente tutte le indicazioni per il contenimento della diffusione del coronavirus suggerite dalle autorità sanitarie. Prima di entrare in sala gli spettatori, anche chi ha acquistato il proprio biglietto attraverso la prevendita online, devono registrarsi in un apposito registro presenze, che sarà conservato per due settimane. La registrazione avverrà presso la biglietteria del Festival, presso l’Oratorio di Santa Caterina in via Multedo. Per semplificare le procedure di accreditamento degli spettatori, lo staff organizzativo richiede al pubblico di presentarsi al botteghino con la certificazione compilata e firmata, scaricabile dal sito web del Festival. La compilazione dell’autocertificazione è richiesta anche agli spettatori che hanno acquistato i biglietti in prevendita. Anche quest’anno, il servizio navetta per raggiungere i concerti del Festival di Cervo non sarà effettuato per motivi di sicurezza. Si potrà usufruire, comunque del posteggio gratuito in via Steria, con ampia disponibilità di spazi. Il parcheggio è facilmente raggiungibile in auto e opportunamente segnalato. Il percorso, a piedi, dal posteggio alla piazza dei Corallini e all’Oratorio è di circa 15 minuti.