Quantcast

Bordighera vara il nuovo regolamento dei sentieri. La giunta Ingenito detta i tempi per la riapertura di Villa Regina

Tutti i punti principali discussi nel consiglio comunale che si è tenuto ieri sera

Bordighera. Varato nel corso della seduta del consiglio comunale di ieri, il Regolamento per la fruizione e la gestione della rete dei sentieri della città delle palme. “Uno strumento fondamentale che disciplina le principali attività outdoor, coniugando sviluppo turistico ed economico con la tutela dei luoghi ed il rispetto per l’ambiente.” ha commentato il sindaco Vittorio Ingenito.

“Abbiamo un territorio con caratteristiche uniche: penso alla natura, alla storia, al clima favorevole durante tutto l’arco dell’anno, alla bellezza dei panorami ed anche alla rete escursionistica che permette di apprezzare appieno ognuno di questi aspetti. Come scritto anche nel regolamento, l’outdoor intelligente e rispettoso è una grande opportunità per tutta la nostra comunità, da cogliere e da coltivare. Per farlo tutti i soggetti – siano essi pedoni, ciclisti, cavalieri a cavallo, contadini, allevatori o cacciatori e le relative associazioni, così come Comune ed Amministrazione – devono essere coinvolti e partecipi, in un’ottica di collaborazione, sostenibilità, valorizzazione”.

Tra i punti principali del nuovo regolamento adottato dal parlamentino della città delle palme sono annoverati: il Piano della rete dei sentieri: il Comune, in collaborazione con gli altri enti locali associati e con le associazioni sportive e di volontariato locali, creerà e aggiornerà annualmente un piano generale dei sentieri del comprensorio e individuerà le opere di manutenzione prioritarie.

Segnaletica. Vengono previsti interventi di segnaletica; ulteriori cartelli, paline, segnalature con vernice potranno essere realizzati dal Comune o da terzi esclusivamente previo accordo con il Comune stesso e dovranno essere conformi a quelli già presenti o concordati per garantire uniformità e riconoscibilità della comunicazione relativa all’attività outdoor.

Promozione. Il Comune si impegna a promuovere le proprie ricchezze naturalistiche e le opportunità outdoor che il territorio offre durante tutto l’arco dell’anno con gli strumenti e le azioni utili e disponibili secondo le proprie risorse.

Tutti i fruitori, in particolare i pedoni – hikers. Hanno l’obbligo di percorrere i sentieri individuati nel Piano della Rete dei Sentieri, possibilmente senza allontanarsi da essi; rispettare i divieti e le limitazioni di cui alla segnaletica apposta sulla rete sentieristica; rispettare le leggi vigenti; rispettare il codice della strada; rispettare i regolamenti locali; rispettare sempre le ordinanze comunali, provinciali e regionali che prevedono limitazioni o variazioni sulla fruizione delle strade e dei sentieri; rispettare le proprietà private; rispettare l’attività venatoria assicurandosi di conoscere la posizione di eventuali battute di caccia durante il relativo periodi di apertura e scegliere di conseguenza di frequentare zone diverse da quelle interessate da squadre di caccia; non abbandonare rifiuti, non estirpare piante e non spaventare gli animali (nel caso si incontrino rifiuti abbandonato da terzi, se possibile raccoglierli per conferirli negli appositi cestini o bidoni); non danneggiare i muri a secco dei contadini; non abbattere o potare piante o alberi o arbusti; non percorrere sentieri adiacenti ai campi nei giorni in cui sono coinvolti dalla raccolta; tenersi a debita distanza dalle zone dove stanno lavorando taglialegna; non danneggiare i lavori di manutenzione ordinaria effettuati dai trailbuilders; non percorrere sentieri marcati come chiusi.

Bikers. Hanno l’obbligo di indossare sempre il casco durante le escursioni; mantenere sempre comportamenti prudenti e responsabili, evitando situazioni di possibile pericolo per se stessi e per gli altri; non utilizzare la bicicletta sotto gli effetti di alcol o droghe; dare sempre la precedenza ai pedoni; limitare la velocità nelle discese, anche in considerazione della presenza di possibili ostacoli ed escursionisti.

Guide MTB. Hanno l’obbligo di conoscere il territorio, i suoi sentieri, la sua storia e la sua natura; presentarsi al cliente in modo serio e con la propria bicicletta meccanicamente in ordine; accettare solamente clienti che indossino il casco (o eventualmente procurarlo); condurre gruppi di un massimo di 9 persone informandoli preventivamente delle soprascritte regole.​

Divieti e limitazioni all’uso dei sentieri. Salvo i veicoli autorizzati e mezzi di soccorso, è fatto assoluto divieto di acceso in tutta l’area Sic (Sito Interesse Comunitario) ai mezzi motorizzati (cicli e motocicli).

Sanzioni. Il mancato rispetto delle regole di cui agli articoli “Norme di comportamento” e “Divieti e limitazioni all’uso dei sentieri” è sanzionato sulla base delle disposizioni del Codice della Strada, dell’art. 12 della Legge Regionale 24 del 2009 e s.m.i. e della vigente regolamentazione locale in materia.

Gli organi di accertamento ed irrogazione delle sanzioni sono la Polizia Municipale ed i Carabinieri Forestali; in alcuni casi essi potranno essere coadiuvati dalle associazioni locali nel controllo e nella verifica delle possibili irregolarità.

Generico luglio 2021

Villa Regina Margherita.

Nel corso del consiglio comunale, il sindaco Ingenito ha confermato, in risposta all’interpellanza presentata dal gruppo consiliare “Semplicemente Bordighera” in merito all’utilizzo di Villa della Regina, la volontà dell’Amministrazione di affidare la gestione del complesso ad un soggetto terzo che sarà individuato tramite procedura ad evidenza pubblica. L’obiettivo è la riapertura e la valorizzazione del polo museale, che con una guida di comprovata competenza, esperienza e professionalità potrà vedere pienamente realizzate tutte le potenzialità che già in passato ha dimostrato di possedere.

La procedura potrà essere avviata solo dopo l’accordo con la Provincia, proprietaria del 70% della Villa, con cui sono in corso colloqui. Durante l’esecuzione dei lavori di rifacimento del muro retrostante la Villa della Regina Margherita si sono verificati alcuni imprevisti che hanno comportato alcuni ritardi rispetto ai tempi inizialmente previsti per l’esecuzione dell’intervento. I lavori sono stati consegnati in data 12/10/2020 e dovevano essere ultimati in data 11/04/2021.

Successivamente, su motivata richiesta dell’impresa in data 04/03/2021 la direzione lavori ha dovuto concedere proroga di complessivi giorni 50 che comportò ulteriore slittamento dei tempi di ultimazione fino al 31/05/2021. Le principali ragioni di detta prima proroga furono sostanzialmente legate alla verifica in corso d’opera di maggiori instabilità del terreno retrostante il paramento murario rispetto al quanto rilevabile durante le indagini geologiche preventive.

Si è quindi dovuto provvedere a sospendere i lavori e a predisporre adeguata variante; ciò ha comportato un ulteriore slittamento dei tempi previsti di ulteriori 60 giorni dal giorno della ripresa lavori avvenuta il 19/07/2021.

Interpellanza piazza della stazione.

L’assessore Laganà ha risposto all’interpellanza presentata da tutti i gruppi consiliari di minoranza in merito agli esemplari di gingko biloba piantumati in piazza Eroi della Libertà. E’ stato sottolineato che il cantiere che ha interessato l’area è stato progettato dall’architetto Paola Cammi con l’intervento dell’agronomo Salvi ed è stato seguito, oltre che dall’Ufficio Tecnico, dall’Ufficio Giardini del Comune; professionisti cui l’Amministrazione ha rinnovato la propria fiducia. Il progetto è stato inoltre sottoposto in ogni sua parte, compresi gli spazi verdi, alla Sovrintendenza che ha espresso il proprio parere favorevole.

A cantiere ultimato è stato necessario affrontare alcuni aspetti relativi alle essenze messe a dimora lungo la linea di mezzeria; per questo è stata recentemente installata una protezione che si auspica potrà proteggere i giovani alberi. L’Amministrazione continuerà a monitorare il loro sviluppo ed interverrà ulteriormente qualora necessario.​