Quantcast

Alla Sanremese arriva Valagussa, mezzala con il vizio del gol

Quest'anno ha militato nella Folgore Caratese

Sanremo. La Sanremese Calcio comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive per la prossima stagione 2021/2022 del centrocampista Paolo Valagussa, quest’anno in forza alla Folgore Caratese. Nato a Milano il 16 maggio 1993, 1.85 di altezza per 78 kg, Valagussa è una mezzala con il vizio del gol che ha nella qualità e nel dinamismo le sue caratteristiche principali: in mediana può giocare in tutte le posizioni ed è perfetto per il centrocampo a tre.

Cresciuto nel settore giovanile del Monza, ha esordito in C1 con i brianzoli nel 2011/12: a Monza è rimasto per tre stagioni (94 presenze, 13 gol), poi è andato in B all’Entella (4 presenze). Successivamente ha vestito le maglie di Renate, Gubbio e Viterbese in C, Rezzato in D e Arzignano nuovamente in C. Negli ultimi due anni è stato alle dipendenze di Emilio Longo alla Folgore Caratese: nella stagione appena conclusa ha messo a segno 7 reti. Si tratta di un altro rinforzo di spessore per mister Andreoletti.

«Sono molto contento di vestire la maglia della Sanremesecommenta Valagussa – la trattativa è nata e si è chiusa in un lampo. Mi ha chiamato il mister, gli aveva parlato bene di me Emilio Longo. Ci siamo intesi subito, la stessa cosa è accaduta con il presidente Masu: mi ha colpito il progetto e la serietà della dirigenza. Si vede subito che a Sanremo c’è voglia di fare un campionato importante. Mi ha sempre impressionato l’ambiente, quando sono venuto a giocare con la Folgore: la piazza è calda, è attaccata alla squadra. Mi aveva colpito il fatto che i tifosi, nonostante lo stadio chiuso per il Covid, incitassero i giocatori da una collinetta. Speriamo di poter tornare a giocare con il pubblico, il calcio ha bisogno della gente. Sono una mezzala destra, ma posso giocare anche a sinistra o da play davanti alla difesa. Ho affrontato la Sanremese di Andreoletti sul campo, conosco bene i giocatori che sono stati riconfermati. Se avremo la fortuna dalla nostra, ci potremo divertire. Ringrazio il presidente e il mister Andreoletti che hanno creduto in me e i miei procuratori. Mi auguro di ripagare al meglio la loro fiducia».