Quantcast

A10 in tilt nella notte, Benveduti: «”Sequestri di persona” non più tollerabili, Mims intervenga»

«Mettere ordine all'incapacità manifesta di Aspi, scriveremo l’ennesima lettera al ministro»

Genova. «Intrappolati in autostrada, per più di 4 ore, per colpa della ormai lampante incapacità di Aspi e del Ministero dei Trasporti, oggi Mims, nel gestire i cantieri in Liguria» – sbotta l’assessore regionale allo Sviluppo economico di Regione Liguria Andrea Benveduti, testimone dei disagi ancora una volta vissuti dalle migliaia di automobilisti rimasti bloccati nella notte sulla A10 tra Celle Ligure e Arenzano.

«Questo – continua Benveduti – è ormai un “sequestro di persona” vero e proprio, un continuo sequestro di vita e di lavoro. Che il ministro intervenga finalmente per mettere ordine, è intollerabile vessare in questo modo da anni cittadini e lavoratori, anche se l’impressione è sempre più quella di essere sudditi. Scriveremo l’ennesima lettera al ministro. Sarà inutile anche questa volta? La Liguria non dimenticherà».