Quantcast

A Cervo il duo Andrea Obiso e Mario Montore foto

Via al progetto con il Liceo Vieusseux Storytelling da Camera

Più informazioni su

Cervo. Il Sagrato dei Corallini torna a ospitare le nuove stelle della classica e della musica da camera con il concerto di venerdì 30 luglio che vedrà protagonista il duo violino – pianoforte formato da
Andrea Obiso e Mario Montore.

Tra i più importanti violinisti italiani della sua generazione, nel 2017 Andrea Obiso ha vinto il Primo Premio al 66° ARD International Competition di Monaco e il Primo Premio al Prix Ravel. Dal 2019 è primo violino dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. Suona un violino Giuseppe Guarneri del Gesù del 1741. Vincitore di oltre quaranta concorsi solistici, Mario Montore raggiunge la notorietà internazionale per la sua intensa attività di camerista con il Quartetto Avos, oggi Avos Piano Quartet. In seguito, è stato invitato nelle maggiori stagioni concertistiche italiane. Montore è ideatore e fondatore dell’Avos Project, progetto che permette a giovani talenti di avvicinarsi in maniera professionale alla musica da camera e di esibirsi all’interno di importanti stagioni concertistiche affiancati da musicisti di fama internazionale.

Con il concerto del 30 luglio prenderà avvio il progetto scuole 2021 “Storytelling da camera”, grazie al quale una “troupe” di allievi del Liceo Vieusseux di Imperia, già formati in attività didattiche con i docenti durante l’anno scolastico e con il supporto dello staff comunicazione del Festival, intervisteranno alcuni degli artisti protagonisti dando vita a format e contenuti digitali che saranno condividi online per raccontare il Festival e i suoi protagonisti da un nuovo punto di vista.

Il Festival di Cervo è cultura a 360 gradi. In occasione delle serate del Festival il Polo museale del Castello dei Clavesana resterà aperto e visitabile dalle 16 alle 23. Il Festival di Cervo aderisce alla campagna #IoVivoLaSclerosiMultipla ospitando, per tutte le serate di spettacolo del 2021, l’iniziativa “Siamo sicuri di sapere cosa sia la sclerosi multipla?”, che con approccio inclusivo, ironico e leggero si rivolge alle nuove generazioni per contribuire a diffondere informazioni su una malattia apparentemente conosciuta, ma che nasconde ancora diverse zone d’ombra. Promossa dall’omonima associazione capitanata dalle giovani Federica Frazzitta e Chiara Generini, l’iniziativa ha già toccato Firenze e Milano con un positivo riscontro di pubblico e giunge ora a Cervo in occasione del Festival Internazionale di Musica da Camera.

Durante le serate del 58esimo Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, all’Oratorio di Santa Caterina, sede della biglietteria e del concerto in doppia replica del 22 agosto, sarà allestito un percorso per immagini dove saranno protagonisti gli scatti del maestro Settimio Benedusi, grandi ritratti in bianco e nero che raccontano testimonianze di vita vera. La campagna punta a diventare un fenomeno virale attraverso una diretta provocazione rivolta al pubblico per incentivare la conoscenza della patologia e, aiutandone la condivisione, migliorare così anche lo stile di vita di chi vive quotidianamente la malattia con messaggi di fiducia e positività.

Il Festival 2021
– 16 luglio 2021: Quintetto d’Archi dei Berliner Philharmoniker (doppia replica)
– 23 luglio 2021: Rosario Bonaccorso Quartet feat. Emanuele Cisi (doppia replica)
– 27 luglio 2021: Diego Campagna – chitarra, Archi all’Opera
– 30 luglio 2021: Andrea Obiso – violino, Mario Montore – pianoforte
– 1 agosto 2021: Coro G, Carlo Pavese – direttore
– 3 agosto 2021: Chi Ho Han – pianoforte: “All about Chopin”
– 6 agosto 2021: Roberto Vecchioni presenta “Musica e Parole”
– 10 agosto 2021: Sergey Tanin – pianoforte
– 13 agosto 2021: Corto Maltese – Una ballata del mare salato (doppia replica)
– 20 agosto 2021: Tommaso Perazzo Trio, Fabrizio Bosso (doppia replica)
– 22 agosto 2021: Marco Norzi, Luca Magariello, Cecilia Novarino (doppia replica)
– 24 agosto 2021: Casal Quartett
– 27 agosto 2021: Cesare Chiacchiaretta, Quintetto d’archi dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Il Festival di Cervo si svolge dal oltre cinquant’anni sul Sagrato dei Corallini. Il borgo ospiterà dal 16 luglio al 27 agosto tredici serate e diciotto concerti, accompagnati da una serie di iniziative collaterali che permetteranno di scoprirne gli angoli segreti. Gli spettacoli del Festival si terranno sulla Piazza dei Corallini, a eccezione di quelli che vedranno protagonista il 1° agosto il Coro G diretto da Carlo Pavese, che si svolgerà nella Chiesa di San Giovanni Battista e il trio violino, violoncello e pianoforte formato da Marco Norzi, Luca Magariello e Cecilia Novarino che verrà ospitato domenica 22 agosto all’Oratorio di Santa Caterina.

Per il secondo anno successivo la platea sarà ridotta a causa delle misure legate all’emergenza sanitaria ma, garantendo la piena sicurezza per tutti, alcune serate del Festival avranno una doppia replica a orario distanziato, così da permettere l’afflusso di un pubblico più ampio. Il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo è realizzato con il contributo di Ministero della Cultura, Regione Liguria, Camera di Commercio Riviere di Liguria, Confindustria Imperia, con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando VIVA. Sostegno all’offerta culturale estiva nei territori e con il patrocinio e supporto della Provincia di Imperia.

Il Festival è parte della rete di Performing+  progetto di Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con Osservatorio Culturale del Piemonte  per il rafforzamento delle competenze  – in ottica di sviluppo sostenibile  –  di una comunità di enti di spettacolo dal vivo operanti in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Si ringraziano gli sponsor: Fratelli Carli Spa; Rossini Immobiliare Spa; Il Giardino dell’Edilizia.

I biglietti di tutti gli spettacoli del Festival sono acquistabili su www.cervofestival.com. Per il concerto di venerdì 30 luglio la biglietteria aprirà alle 19:30. I biglietti per il Sagrato sono in vendita esclusivamente al botteghino. Il Festival osserva scrupolosamente tutte le indicazioni per il contenimento della diffusione del coronavirus suggerite dalle autorità sanitarie. Prima di entrare in sala gli spettatori, anche chi ha acquistato il proprio biglietto attraverso la prevendita online, devono registrarsi in un apposito registro presenze, che sarà conservato per due settimane. La registrazione avverrà presso la biglietteria del Festival, presso l’Oratorio di Santa Caterina in Via Multedo. Per semplificare le procedure di accreditamento degli spettatori, lo staff organizzativo richiede al pubblico di presentarsi al botteghino con la certificazione compilata e firmata, scaricabile dal sito web del Festival. La compilazione dell’autocertificazione è richiesta anche agli spettatori che hanno acquistato i biglietti in prevendita.

Anche quest’anno, il servizio navetta per raggiungere i concerti del Festival di Cervo non sarà effettuato per motivi di sicurezza. Si potrà usufruire, comunque del posteggio gratuito in Via Steria, con ampia disponibilità di spazi. Il parcheggio è facilmente raggiungibile in auto e opportunamente segnalato. Il percorso, a piedi, dal posteggio alla Piazza dei Corallini e all’Oratorio è di circa 15 minuti.

Più informazioni su