Quantcast

Ventimiglia, successo di partecipanti alle Giornate europee dell’archeologia 2021 foto

Organizzato un ricco calendario di eventi che ha riscontrato un notevole gradimento

Ventimiglia. Le Giornate Europee dell’Archeologia, nate in Francia come Giornate Nazionali per l’Archeologia e poi, dal 2019 divenute evento europeo, si prefiggono lo scopo di far conoscere il mondo dell’archeologia attraverso eventi che portino alla scoperta della realtà lavorativa e di ricerca, di studio e valorizzazione, di promozione e divulgazione. Ventimiglia, grazie a una stretta e proficua collaborazione fra la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona, il Polo Museale della Liguria, il Comune di Ventimiglia, il Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi” e l’Istituto Internazionale di Studi Liguri, ha organizzato un ricco calendario di eventi che ha riscontrato un notevole successo di partecipanti e di gradimento.

 Giornate europee dell'archeologia a Ventimiglia

Si è iniziato giovedì 17 giugno alle 11.30 presso l’Antiquarium di Nervia con la presentazione del progetto MUSST, Musei e sviluppo dei sistemi museali territoriali, a cura di Antonella Traverso, Valentina Fiore della direzione regionale Musei Liguria e Daniela Gandolfi del MAR di Ventimiglia; alle 16 è stata straordinariamente aperta con una visita speciale curata da Stefano Costa della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona, l’area di Porta Marina in vico del Pino a Nervia. L’indomani, venerdì 18, alle 14.30, si è svolta, con un alto numero di partecipanti, un’escursione didattica da Porta Nuova al gruppo episcopale di Ventimiglia dove Daniela Gandolfi ha illustrato la cronologia dei monumenti e relazionato sui risultati degli scavi archeologici, da lei condotti, all’interno del battistero.

 Giornate europee dell'archeologia a Ventimiglia

Si è poi proseguito sulla Via Antiqua raggiungendo l’atrio della Biblioteca Aprosiana dove è stato fatto scoprire il grande sarcofago da poco pubblicato. Il gruppo è stato poi preso sotto l’ala tutelare di Erino Viola dell’IISL che ha descritto le facciate dei principali palazzi nobiliari presenti sulla via. Sabato 19, Daniela Gandolfi e Lorenzo Ansaldo dell’IISL, insieme a Chiara Ferrari, esperta di ceramica romana, hanno aperto straordinariamente l’area archeologica delle mura settentrionali di Albintimilium con il suo incredibile sepolcreto tardoantico con due visite guidate, alle 10 e alle 11, mentre Giulio Montinari e Sara Chierici, della direzione regionale Musei Liguria, hanno condotto tre visite alle 10, alle 11 e alle 12 all’area archeologica di Nervia. Nel pomeriggio al MAR, dalle 15. alle 18, sono state organizzate attività didattiche per le famiglie con bambini a cura di Fabio Piuma. Domenica 20 al Museo dei Balzi Rossi si sono svolti, a cura di Antonietta Segrè, della direzione regionale Musei Liguria, alle 10 e alle 11 due visite guidate per i bambini e il MAR è stato straordinariamente aperto dalle 9.30 alle 13.00 con tariffa ridotta.

 Giornate europee dell'archeologia a Ventimiglia